Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Sicurezza nucleare e criteri internazionali
Docente
Prof. Sarra Ivano
Settore Scientifico Disciplinare
ING-IND/19
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento
Il corso fornisce una panoramica della normativa sulla sicurezza negli impianti industriali e nello specifico negli impianti nucleari. La trattazione della materia riguarderà l’analisi dei vari rischi e incidenti che si possono presentare nella conduzione di un impianto nucleare e lo studio dei vari sistemi utilizzati per la messa in sicurezza dell’impianto nucleare medesimo. Inoltre, verranno evidenziati i processi di smaltimento, cosi come i futuri metodi nucleari di produzione di energia.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:
  • conoscere la normativa di sicurezza negli impianti industriali e nello specifico negli impianti nucleari;
  • analizzare i vari rischi e incidenti che si possono presentare nella conduzione di un impianto nucleare;
  • studiare i vari sistemi utilizzati per la messa in sicurezza dell’impianto nucleare medesimo;
  • descrivere i processi di smaltimento dei rifiuti radioattivi;
  • illustrare i futuri metodi nucleari di produzione di energia.
Le principali conoscenze  acquisite (Descrittore di Dublino 1) riguardano come prima cosa la comprensione dei problemi che il corso presenta di volta in volta. Le principali abilità acquisite, quindi, (capacità di applicare le conoscenze acquisite, Descrittore di Dublino 2) si concretizzano nel fatto che gli studenti saranno in grado di mettere in pratica le conoscenze teoriche al fine di risolvere problemi pratici, cosa di centrale importanza per ogni Ingegnere, ovvero saper valutare un problema, individuando in tempo breve la sua migliore tecnica risolutiva, sfruttando al meglio la capacità di analisi e sintesi mediante il metodo scientifico.
La verifica della capacità di apprendimento verrà effettuata tramite le prove d’esame, nonché sulla base delle discussioni tenute nell’ambito delle aule virtuali riguardanti gli esercizi svolti dal docente, nonché gli esercizi/questionari svolti in autonomia dallo studente stesso.
L’Aula virtuale è costruita e pensata per venire incontro alle esigenze dello studente, mediante una interazione diretta con lo stesso, tale da poter eliminare i dubbi e le incertezze che si hanno di volta in volta.
Quest’ultima si svolge nelle due ore come una esercitazione/ricevimento frontale.
Prerequisiti
Non sono previsti prerequisiti specifici.
Contenuti dell'insegnamento
  • Concetti base
  • Le classi di rischio
  • Analisi del rischio
  • Criteri di analisi del rischio
  • Criteri di ispezione in un impianto
  • Gestione della sicurezza e della salute
  • Classificazione degli impianti nucleari
  • Sicurezza negli impianti nucleari
  • Procedure autorizzative per l’attivazione di un impianto nucleare
  • La sicurezza nucleare
  • Normativa di riferimento
  • Processi di smaltimento
  • Metodi nucleari di produzione di energia
Attività didattiche
Didattica Erogativa: l'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica Interattiva: l'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione. Sono a tal proposito previste aule virtuali di due ore che consentono una interazione sincrona con lo studente. In particolare, il docente con le aule virtuali potrà rendicontare agli studenti, attraverso gli esami fatti e i test di verifica ed autovalutazione, quali sono i maggiori punti di sofferenza nella loro preparazione, per poter quindi intervenire su specifiche tematiche con ulteriori spiegazioni ed esercizi pratici.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma orale per gli esami in sede, ed in forma scritta per gli esami nelle sedi esterne.
La prova scritta ha una durata di 120 minuti e durante lo svolgimento della stessa è consentito esclusivamente l’uso di una calcolatrice non programmabile e del testo della normativa fornita direttamente dalla commissione d’esame.
Sia la prova orale, che la prova scritta, sono composte fondamentalmente da tre domande a risposta aperta sugli argomenti svolti durante il corso.
Sono altresì previste prove di verifica e di autoverifica intermedie erogate in modalità distance learning che riguardano lo svolgimento di test di autoapprendimento.
Sebbene le prove di verifica e di autoverifica intermedie non contribuiscono alla formulazione del giudizio finale e non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d’esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell ́art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004, esse sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuale. Infatti, la prova finale e le prove di verifica e di autoverifica intermedie consentono nel loro insieme di accertare la capacità di conoscenza e comprensione, la capacità di applicare le competenze acquisite, la capacità di esposizione, la capacità di apprendere e di elaborare soluzioni in autonomia di giudizio.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Testo legge 81/08, normativa di sicurezza negli impianti industriali
  • Regolamento (EURATOM) e successive modifiche
Ricevimento studenti
Previo appuntamento (i.sarra@unimarconi.it).