Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Tecnologia meccanica
Docente
Prof. Biondi Lorenzo
Settore Scientifico Disciplinare
ING-IND/16
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento

Il corso fornisce la conoscenza dei processi tecnologici e dei sistemi di lavorazione e montaggio di parti di prodotti industriali, che rendono possibile il passaggio dal progetto di una parte alla sua realizzazione fisica. La trattazione della materia riguarderà l’insieme dei processi che permettono la trasformazione di grezzi o di semilavorati in prodotti finiti.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Obiettivo principale del corso consiste nel fornire agli studenti conoscenze specifiche che consentano di analizzare, caratterizzare progettare processi tecnologici e sistemi di lavorazione e assemblaggio.
Le principali conoscenze acquisite (Descrittore di Dublino 1) riguardano la comprensione dei processi tecnologici e dei sistemi di lavorazione e montaggio di parti di prodotti industriali.
Le principali abilità acquisite (Descrittore di Dublino 2), consentiranno allo studente di caratterizzare l’insieme dei processi che permettono di trasformare i grezzi e i semilavorati in prodotti finiti e quindi di effettuare il passaggio dal progetto di una parte alla sua realizzazione fisica.
La verifica della capacità di apprendimento verrà effettuata tramite le prove d’esame, nonché sulla base delle discussioni tenute nell’ambito delle aule virtuali riguardanti gli esercizi svolti dal docente, oltre agli esercizi/questionari svolti in autonomia dallo studente stesso.
L’Aula virtuale è costruita e pensata per venire incontro alle esigenze dello studente, mediante una interazione diretta con lo stesso, tale da poter eliminare i dubbi e le incertezze che si hanno di volta in volta. Quest’ultima si svolge nelle due ore come una esercitazione/ricevimento frontale.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento
  1. Introduzione - Generalità e classificazione dei processi tecnologici. Definizione di un modello morfologico del processo tecnologico di trasformazione di stato del materiale: analisi dei flussi di materiale, di energia e di trasformazione.
  2. Richiami sulle proprietà dei materiali - Proprietà meccaniche dei materiali Le prove per la caratterizzazione delle proprietà meccaniche. I diagrammi degli sforzi/deformazioni. Le deformazioni lagrangiane e naturali. Gli stati di sforzo monoassiale, biasciale, triassiale. Le curve sforzo vero/deformazione naturale: accenno all’instabilità e all’incrudimento. Accenno ai principali criteri di plasticizzazione. Proprietà chimico fisiche dei materiali Diagramma di equilibrio. Leghe metalliche: diagramma ferro/carbonio. Cenni sui trattamenti termici.
  3. I processi tecnologici con conservazione della massa - I processi di fonderia Principi generali relativi alla fusione, raffreddamento e solidificazione dei metalli; tipologie e classificazione dei processi di fusione: colata in terra, in conchiglia, con modello a perdere, pressofusione, centrifuga, di precisione. La formatura e la colata dei getti; problematiche e principi per il dimensionamento delle materozze principali e dei canali di colata. Sistemi fusori I processi di deformazione plastica Tipologie e classificazione delle lavorazioni per deformazione plastica: laminazione, trafilatura, estrusione, stampaggio a caldo e freddo. La determinazione della forza e dell’energia. I principali sistemi per lavorazioni per deformazione plastica: tipologie, funzionalità e campi di impiego.
  4. I processi tecnologici con riduzione di massa - Lavorazione per asportazione di materiale Principi fondamentali; meccanica del taglio dei metalli e meccanismi di formazione e morfologia del truciolo. La geometria degli utensili: le variabili del processo di asportazione di truciolo; velocità di taglio, usura e durata dell’utensile; studio e rilievo della forza e della potenza di taglio. La lavorabilità dei metalli. Principali lavorazioni per asportazione di materiale: tornitura, fresatura, foratura. Tipologia e classificazione delle macchine utensili. Lavorazione della lamiera Taglio e tranciatura di lamiera metallica. Principi, morfologia tipologia e funzionalità delle macchine operatrici.
  5. Processi tecnologici con incremento della massa - Processi di collegamento mediante saldatura Tipologie e metodi di saldatura.
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf. Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Sono a tal proposito previste aule virtuali di due ore che consentono una interazione sincrona con lo studente. In particolare, il docente con le aule virtuali potrà rendicontare agli studenti, attraverso gli esami fatti e i test di verifica ed autovalutazione, quali sono i maggiori punti di sofferenza nella loro preparazione, per poter quindi intervenire su specifiche tematiche con ulteriori spiegazioni ed esercizi pratici.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta ha una durata di 120 minuti e, durante lo svolgimento della stessa non è consentito l’uso di materiale di supporto.
La prova d’esame è costituta fondamentalmente da quattro domande sugli argomenti svolti durante il corso. Sono altresì previste prove di verifica e di autoverifica intermedie erogate in modalità distance learning che riguardano lo svolgimento di test di autoapprendimento.
Sebbene le prove di verifica e di autoverifica intermedie non contribuiscono alla formulazione del giudizio finale e non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d’esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004, esse sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuale. Infatti, la prova finale e le prove di verifica e di autoverifica intermedie consentono nel loro insieme di accertare la capacità di conoscenza e comprensione, la capacità di applicare le competenze acquisite, la capacità di esposizione, la capacità di apprendere e di elaborare soluzioni in autonomia di giudizio.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • F. GIUSTI - M. SANTOCHI, Tecnologia meccanica e studi di fabbricazione, CEA, Milano, 2000
  • GATTO A. - SECCIANI A. – VILLANI G., Produzione metalmeccanica, Vol. I, II, III, Cappelli Editore, Bologna, 2006

Per approfondimento:

  • L. H. VAN VLACK, Tecnologia dei materiali, Mondadori, Milano, 1976
  • G. SPUR - T. STOEFERLE, Enciclopedia delle lavorazioni meccaniche Vol. 1- 5, Tecniche Nuove, Milano, 1983
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (l.biondi@unimarconi.it).