Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Laboratorio di Calcolo automatico
Docente
Prof. Viola Fabrizio
Settore Scientifico Disciplinare
ICAR/09
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento
Il corso di Laboratorio di calcolo automatico è uno degli insegnamenti caratterizzanti tenuto al primo anno del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile al quale sono attribuiti 6 CFU.

Il corso è stato strutturato come integrazione del corso di Calcolo Automatico delle Strutture, in modo tale da andare al di là degli aspetti strettamente teorici e matematici, per far comprendere, in pratica, come si utilizzano gli strumenti, legati alle simulazioni FEM, dal punto di vista strettamente operativo. Il corso fornisce gli strumenti per la preparazione di un modello CAD, definisce il processo di discretizzazione (mesh) fornendo alla fine un’analisi dei risultati ottenuti.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
L’obiettivo principale dell'insegnamento consiste nel fornire agli studenti le conoscenze teoriche e le abilità pratiche per la modellazione strutturale tramite approcci agli elementi finiti.

Le principali conoscenze acquisite riguarderanno infatti: la conoscenza di un software di modellazione 2D/3D; la conoscenza dei passi necessari per passare dal problema reale al modello di calcolo; la conoscenza di aspetti specifici relativi alla modellazione strutturale.

Le capacità di applicare le conoscenze e di adottare con autonomia di giudizio l'approccio più opportuno, consisteranno infatti nella capacità di utilizzare un software di modellazione 2D e 3D, identificando tutti i passi necessari per strutturare il passaggio dal problema al modello, consapevole delle ipotesi e semplificazioni rispetto alla realtà.
Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti particolari, tuttavia si consiglia la conoscenza di almeno un programma CAD tridimensionale.

Contenuti dell'insegnamento
  • Preparazione del modello a partire dal CAD
  • Il processo di meshatura
  • Setup del modello
  • Analisi dei risultati
Attività didattiche
Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf. Le videolezioni riguardano in particolare sia argomenti di teoria sia applicazioni pratiche finalizzate a presentare agli studenti esempi applicativi per far comprendere allo studente come le conoscenze teoriche acquisite siano difatti indispensabili per raggiungere le capacità previste dal corso.

Vengono infatti illustrati ed approfonditi gli aspetti riguardanti la modellazione agli elementi finiti illustrando proprio alcuni software guardando sia alla fase di inserimento dei dati (input) sia alla fase di interpretazione dei risultati (output). Viene dunque illustrato come, sulla base delle conoscenze acquisite sia poi possibile applicarle alla modellazione ed analisi strutturale di strutture più complesse.

Didattica interattiva
L’insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste nella risoluzione di 10 esercizi a risposta multipla riguardanti i concetti e gli argomenti trattati nell’intero corso. La prova scritta ha una durata massima di 30 minuti. Per ogni risposta corretta la valutazione è 3 punti, per ogni risposta errata -1 punto, per ogni domanda lasciata “in bianco” 1 punto. L’esame (ad idoneità) viene superato con una votazione minima di 18/30.
La prova orale consiste nel rispondere a 2, massimo 3 quesiti. I quesiti sono identici a quelli previsti per la prova scritta.
Sono altresì previste prove di verifica e di autoverifica intermedie erogate in modalità distance learning che riguardano lo svolgimento di test di autoapprendimento con feedback da parte del docente. Sebbene le prove di verifica e di autoverifica intermedie non contribuiscono alla formulazione del giudizio finale e non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004, esse sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuale.
Libri di testo

Non sono previsti libri di testo al di fuori delle lezioni del Docente.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.viola@unimarconi.it)