Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia medievale
Docente
Prof. Ricciardi Alberto
Settore Scientifico Disciplinare
M-STO/01
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Il corso si incentra su una disamina delle categorie della cultura medievale considerate, nella lunga durata, sia nella prospettiva della storia evenemenziale del Medioevo, sia nella prospettiva della loro recezione nell'età contemporanea. Il corso intende sottrarre il concetto di Medioevo a quella valutazione critica e peggiorativa che si è imposta a partire dal XVIII secolo. Il Medioevo non è uno iato tra l´antichità greco-romana e l´età moderna e non è una interruzione della storia culturale d'Europa. Al Medioevo risalgono quei valori religiosi e culturali che sono alla base della civiltà europea. Nel Medioevo sono nate le nazioni europee e le lingue nazionali. Dalla teologia politica medievale derivano i concetti politici dell´età moderna che sono concetti teologici secolarizzati. Con il Medioevo ha origine l´autocoscienza d´Europa.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • comprendere il significato del Medioevo nell'interpretazione storiografica moderna e contemporanea;
  • conoscere e discutere criticamente l'avvento del sistema feudale e la riforma della Chiesa;
  • spiegare la nascita dell´ordinamento politico basato sulle monarchie nazionali che si instaurò in Europa tra il XIV e il XV secolo.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici

Contenuti dell'insegnamento

Storia del concetto di Medioevo. La periodizzazione dell´età medievale. Le categorie della cultura medievale: il "quadro del mondo" medievale; le idee di spazio e di tempo nel Medioevo; l´immagine del sacro nel Medioevo; persona e individuo nel Medioevo; filosofia, morale e diritto nell´età medievale; la concezione della ricchezza e del lavoro dell´uomo medievale. Miti e leggende del Medioevo. La geografia sacra e la demonologia di Dante. Gli stili del Medioevo e il Medioevo fantastico. La fine del mondo antico: le cause della caduta dell´impero romano. Oriente e Occidente. Roma e Bisanzio-Costantinopoli. Il Cristianesimo: diffusione e radicamento del messaggio evangelico; le istituzioni ecclesiali e i grandi concili; teologia patristica e teologia politica; il monachesimo; la Chiesa in Occidente e in Oriente. Le invasioni barbariche: i popoli eurasiatici (germani, uralo-altaici, vandali, burgundi svevi, angli, sassoni, franchi); conversione religiosa dei barbari; i regni romano barbarici; i longobardi; il conflitto tra longobardi e franchi in Italia; i longobardi e la Chiesa di Roma. L´Impero d´Oriente: da Teodosio a Giustiniano; dall´impero "romano-orientale" all´ "impero bizantino". Nascita ed espansione dell´Islam: l´Islam e l´Europa cristiana; Islam medievale e Islam contemporaneo. L´Europa carolingia: la Chiesa e il Sacro Romano Impero. Le origini del feudalesimo, il sistema di dominio feudale e la cavalleria. L´Impero Romano-Germanico e le monarchie feudali. L´Anno Mille e il millenarismo. Gregorio VII e il dictatus papae. Bisanzio e l´Europa orientale. La città medievale e il movimento comunale. L´idea di crociata. Pellegrinaggi e crociate in Terrasanta: guerra santa e cristianità; crociata ed escatologia. Il regno franco di Gerusalemme. Le eresie medievali. Gli Ordini mendicanti e San Francesco. Innocenzo III. L´Impero e la dinastia sveva: Federico I. Federico II. La nascita delle monarchie nazionali europee. L´apogeo del Medioevo: la rinascita culturale e scientifica. La Scolastica e la nascita dell´Università. La Russia e i mongoli. La scoperta dell´Asia: missionari e mercanti. Bonifacio VIII. Il Papato ad Avignone. L´Europa degli Stati: la Guerra dei Cento Anni. L´ "autunno" del Medioevo.

Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L´esame finale è volto a verificare la comprensione degli argomenti trattati, la capacità di applicare correttamente le nozioni a casi studio e la comprensione delle problematiche proposte nel corso.
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in domande aperte sugli argomenti specifici del corso e viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte dimostrando di aver compreso gli argomenti richiesti.
La prova scritta ha una durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in un colloquio frontale sugli argomenti trattati nel corso. Durante la prova orale verrà richiesto agli studenti di esporre gli argomenti trattati durante il corso, al fine di verificare la capacità di apprendimento delle nozioni apprese, sia di presentare degli esempi, per verificare la comprensione degli argomenti trattati.
La prova orale ha una durata media di 20 minuti.

Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • F. Cardini - M. Montesano, Storia medievale, Firenze, Le Monnier Università, 2006 (fino a pagina 376)

Testo di approfondimento

  • A. Graf, Miti, leggende e superstizioni del medio evo, Milano, Bruno Mondadori, 2006 (un saggio a scelta tra quelli compresi da pagina 1 a pagina 292)
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (a.ricciardi@unimarconi.it)

Insegnamento
Storia medievale
Docente
Prof. Ricciardi Alberto
Settore Scientifico Disciplinare
M-STO/01
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento
Il corso si incentra su una disamina delle categorie della cultura medievale considerate, nella lunga durata, sia nella prospettiva della storia evenemenziale del Medioevo, sia nella prospettiva della loro recezione nell'età contemporanea. Il corso intende sottrarre il concetto di Medioevo a quella valutazione critica e peggiorativa che si è imposta a partire dal XVIII secolo. Il Medioevo non è uno iato tra l´antichità greco-romana e l´età moderna e non è una interruzione della storia culturale d'Europa. Al Medioevo risalgono quei valori religiosi e culturali che sono alla base della civiltà europea. Nel Medioevo sono nate le nazioni europee e le lingue nazionali. Dalla teologia politica medievale derivano i concetti politici dell´età moderna che sono concetti teologici secolarizzati. Con il Medioevo ha origine l´autocoscienza d´Europa.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:
  • comprendere il significato del Medioevo nell'interpretazione storiografica moderna e contemporanea;
  • conoscere e discutere criticamente l'avvento del sistema feudale e la riforma della Chiesa;
  • spiegare la nascita dell´ordinamento politico basato sulle monarchie nazionali che si instaurò in Europa tra il XIV e il XV secolo.
  • conoscere l’evoluzione del mondo delle tribù barbare fino al loro stanziamento nell’Impero romano d’Occidente;
  • comprendere le forme istituzionali in cui si sviluppa la cristianità nell’alto medioevo.
Prerequisiti
Non sono richiesti requisiti specifici
Contenuti dell'insegnamento
Storia del concetto di Medioevo. La periodizzazione dell´età medievale. Le categorie della cultura medievale: il "quadro del mondo" medievale; le idee di spazio e di tempo nel Medioevo; l´immagine del sacro nel Medioevo; persona e individuo nel Medioevo; filosofia, morale e diritto nell´età medievale; la concezione della ricchezza e del lavoro dell´uomo medievale. Miti e leggende del Medioevo. La geografia sacra e la demonologia di Dante. Gli stili del Medioevo e il Medioevo fantastico. La fine del mondo antico: le cause della caduta dell´impero romano. Oriente e Occidente. Roma e Bisanzio-Costantinopoli. Il Cristianesimo: diffusione e radicamento del messaggio evangelico; le istituzioni ecclesiali e i grandi concili; teologia patristica e teologia politica; il monachesimo; la Chiesa in Occidente e in Oriente. Le invasioni barbariche: i popoli eurasiatici (germani, uralo-altaici, vandali, burgundi svevi, angli, sassoni, franchi); conversione religiosa dei barbari; i regni romano barbarici; i longobardi; il conflitto tra longobardi e franchi in Italia; i longobardi e la Chiesa di Roma. L´Impero d´Oriente: da Teodosio a Giustiniano; dall´impero "romano-orientale" all´ "impero bizantino". Nascita ed espansione dell´Islam: l´Islam e l´Europa cristiana; Islam medievale e Islam contemporaneo. L´Europa carolingia: la Chiesa e il Sacro Romano Impero. Le origini del feudalesimo, il sistema di dominio feudale e la cavalleria. L´Impero Romano-Germanico e le monarchie feudali. L´Anno Mille e il millenarismo. Gregorio VII e il dictatus papae. Bisanzio e l´Europa orientale. La città medievale e il movimento comunale. L´idea di crociata. Pellegrinaggi e crociate in Terrasanta: guerra santa e cristianità; crociata ed escatologia. Il regno franco di Gerusalemme. Le eresie medievali. Gli Ordini mendicanti e San Francesco. Innocenzo III. L´Impero e la dinastia sveva: Federico I. Federico II. La nascita delle monarchie nazionali europee. L´apogeo del Medioevo: la rinascita culturale e scientifica. La Scolastica e la nascita dell´Università. La Russia e i mongoli. La scoperta dell´Asia: missionari e mercanti. Bonifacio VIII. Il Papato ad Avignone. L´Europa degli Stati: la Guerra dei Cento Anni. L´"autunno" del Medioevo. L’impatto delle popolazioni barbariche e la fine dell’Impero romano d’Occidente: mito e realtà.        Le trasformazioni delle popolazioni barbariche dall’età arcaica ai secoli delle grandi migrazioni.  I regni romano-barbarici nella penisola italica e nel continente.  L’affermazione del cristianesimo nell’Impero romano.  Le istituzioni religiose: vescovi e monaci.
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale
L´esame finale è volto a verificare la comprensione degli argomenti trattati, la capacità di applicare correttamente le nozioni a casi studio e la comprensione delle problematiche proposte nel corso.
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale. 
La prova scritta consiste in domande aperte sugli argomenti specifici del corso e viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte dimostrando di aver compreso gli argomenti richiesti. 
La prova scritta ha una durata massima di 90 minuti. 
La prova orale consiste in un colloquio frontale sugli argomenti trattati nel corso. Durante la prova orale verrà richiesto agli studenti di esporre gli argomenti trattati durante il corso, al fine di verificare la capacità di apprendimento delle nozioni apprese, sia di presentare degli esempi, per verificare la comprensione degli argomenti trattati.
La prova orale ha una durata media di 20 minuti.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Manuale: Andrea ZorziManuale di storia medievale, Utet-De Agostini, Novara, 2016 (o edizioni successive), SNODI I-XIII
  • Un saggio a scelta fra quelli contenuti nel volume Arturo GrafMiti, leggende e superstizioni del Medioevo, qualsiasi edizione (si intende la conoscenza di uno dei saggi scritti da Graf. Se lo studente ha voluto approfondirne altri ne potrà discutere con il docente in sede d’esame su richiesta)
  • Per la parte monografica sulle popolazioni barbariche: Claudio AzzaraLe invasioni barbariche, Il Mulino, Bologna, Qualsiasi edizione, Capitoli I-III.
  • Per la parte monografica sulle istituzioni religiose: Enrico ArtifoniVescovi e monaci: le élites religiose cristiane, capitoli I-V (fino a p. 352), in Storia d’Europa e del Mediterraneo, volume IX, Strutture, preminenze, lessici comuni, a cura di Sandro Carocci, Salerno 2007. Il saggio può essere consultato e scaricato all’indirizzo https://www.academia.edu/2243009/Vescovi_e_monaci_le_%C3%A9lites_religiose_cristiane oppure contattando il docente all’indirizzoa.ricciardi@unimarconi.it
  • Si ricorda che i contenuti del Manuale di Zorzi, del saggio a scelta di Graf, dei saggi di Azzara e Artifoni possono essere oggetto d’esame sia in forma orale sia in forma scritta
Ricevimento studenti
Previo appuntamento (a.ricciardi@unimarconi.it)