Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia della lingua latina medievale
Docente
Prof. Ricciardi Alberto
Settore Scientifico Disciplinare
L-FIL-LET/08
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Il Corso intende fornire gli strumenti per un’analisi complessiva dell’evoluzione del latino post-classico, tardo e medievale e delle sue complesse relazioni con le lingue romanze.
Verranno dapprima illustrati i principali fenomeni fonetici, morfosintattici e lessicali che interessano il latino tardo e il latino volgare, con particolare attenzione alle fonti documentarie, e con l’esplicito riferimento alle acquisizioni più recenti della linguistica tardo-latina.
Si terrà debitamente conto delle varietà diatopiche e diacroniche del latino medievale (latino tardoantico, merovingico, umanistico), nonché di alcuni snodi storico-culturali di particolare rilievo (tra i quali la civiltà monastica, la Riforma carolingia e i prodromi dell’Umanesimo).
Saranno, infine, presentati i caratteri salienti della produzione latina medievale, attraverso la lettura di passi scelti. L’analisi dei testi offrirà l’occasione di esaminare in modo puntuale i fenomeni linguistici studiati nella prima parte del corso, ma anche di ricostruire le coordinate culturali di alcune fasi della storia del latino medievale e la personalità intellettuale di alcuni autori di speciale rilievo.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso lo studente sarà in grado di:

 1.     Conoscenza e comprensione
  • conoscere i fattori e le condizioni che influenzarono lo sviluppo del latino medievale;
  • comprendere i cambiamenti che le strutture linguistiche del latino subiscono lungo i secoli della sua storia, e gli esiti che ne sono derivati nelle principali lingue romanze oggi note, parlate in vari paesi dell’Europa e del mondo;
 2.     Capacità di applicare conoscenze e comprensione
  • applicare gli strumenti acquisiti nello studio delle nozioni fondamentali della disciplina e orientarsi all'interno dei testi proposti.
3.      Competenze trasversali
  • utilizzare il linguaggio tecnico della disciplina ed inserirla nel suo quadro storico e linguistico;
Prerequisiti

Gli argomenti trattati nell'esame richiedono di avere la capacità di: analisi e spirito critico. Tali conoscenze rappresentano un prerequisito indispensabile per lo studente che voglia superare il corso con profitto.

Contenuti dell'insegnamento
  • Presupposti per una storia della lingua latina medievale
  • Varietà e variazione nella storia del latino
  • L’età tardo-antica
  • Caratteri del latino cristiano
  • Fonetica e fonologia del latino tardo: l’accento
  • Fonetica e fonologia del latino tardo: sistema vocalico e consonantico
  • Morfologia del latino tardo: il sistema nominale, il sistema verbale
  • Morfosintassi: accusativo esteso e marcatura argomentale
  • La sintassi del latino tardo
  • Fenomeni linguistico del latino tardo: lessico
  • Latino e lingue romanze
  • Il latino del VII secolo
  • Il latino merovingico
  • Il latino insulare
  • La Riforma Carolingia
  • La versificazione mediolatina
  • Il latino della scolastica e il latino umanistico
  • Parte monografica sulle lingue romanze
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Nelle videolezioni vengono esposti i contenuti dell’insegnamento, finalizzati alla loro corretta conoscenza e comprensione da parte degli studenti.
Le lezioni intendono fornire un’analisi complessiva dell’evoluzione del latino post-classico, tardo e medievale e delle sue complesse relazioni con le lingue romanze.
Vengono illustrati i principali fenomeni fonetici, morfosintattici e lessicali che interessano il latino tardo e il latino volgare, con particolare attenzione alle fonti documentarie, e con l’esplicito riferimento alle acquisizioni più recenti della linguistica tardo-latina.
Vengono analizzate le varietà diatopiche e diacroniche del latino medievale (latino tardoantico, merovingico, umanistico), e ci si concentrerà su alcuni snodi storico-culturali di particolare rilievo (tra i quali la civiltà monastica, la Riforma carolingia e i prodromi dell’Umanesimo). Saranno, infine, presentati i caratteri salienti della produzione latina medievale, attraverso la lettura di passi scelti. L’analisi dei testi offrirà l’occasione di esaminare in modo puntuale i fenomeni linguistici studiati nella prima parte del corso, ma anche di ricostruire le coordinate culturali di alcune fasi della storia del latino medievale e la personalità intellettuale di alcuni autori di speciale rilievo.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
L’insegnamento prevede un feedback docente/studente attraverso l’Aula Virtuale in cui saranno approfonditi alcuni aspetti e argomenti trattati nel corso.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L´esame prevede una prova scritta e/o orale nella quale verrà valutata la conoscenza approfondita dei contenuti e dei suoi annessi metodologici, applicativi, lessicali e di esposizione.
La prova scritta consiste in un test composto da quattro quesiti a risposta aperta sugli argomenti del corso.
La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in un colloquio frontale sugli argomenti trattati nel corso. Durante la prova orale verrà richiesto agli studenti di esporre gli argomenti trattati durante il corso, al fine di verificare la capacità di apprendimento delle nozioni apprese, sia di presentare degli esempi, per verificare la comprensione degli argomenti trattati.
La prova orale ha una durata media di 20 minuti.
Nell’attribuzione di giudizio, si terrà conto dell’appropriatezza lessicale e della padronanza della terminologia specifica, nonché della capacità di riferire le conoscenze apprese in modo puntuale, mediante un’esposizione logico-argomentativa adeguata e conforme ai principi basilari della materia.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • D. Norberg, Manuale di latino medievale, Avagliano, Cava dei Tirreni, 1999, pp. 7-121
  • Stolz, Debrunner, Schmid, Storia della lingua latina, Bologna, Patron, 1993, pp. 85-125
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (a.ricciardi@unimarconi.it)