Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Psicometria I
Docente
Prof.ssa Gelfo Francesca
SSD
M-PSI/03
Crediti
12
Descrizione

Il corso si propone di fornire allo studente un’introduzione ai temi connessi alla misura in psicologia e una trattazione dei concetti di base per affrontare problemi di quantificazione e di descrizione dei dati.

Obiettivi didattici

Al termine del corso lo studente avrà acquisito le conoscenze di base inerenti alla misura in psicologia e le competenze necessarie ad affrontare problemi di base nella quantificazione e nella descrizione dei dati.
Più specificamente, lo studente:

  • avrà acquisito conoscenze di base sulla misura del comportamento e la raccolta dei dati, che includono l’approccio ai test psicologici e alle caratteristiche degli stessi;
  • conoscerà i concetti che sono alla base della quantificazione in psicologia (scale di misura; variabili e mutabili; frequenza);
  • possiederà competenze di base nella tabulazione dei dati e nella rappresentazione grafica degli stessi;
  • conoscerà e sarà in grado di calcolare le misure di tendenza centrale e di dispersione in una distribuzione di dati;
  • avrà acquisito e sarà in grado di applicare conoscenze sulla standardizzazione delle misure;
  • sarà in grado di misurare la relazione fra due variabili mediante l’uso di coefficienti di correlazione lineare e di effettuare previsioni sulla base dell’analisi della regressione lineare;
  • avrà acquisito conoscenze di base su teoremi e distribuzioni teoriche di probabilità.
Prerequisiti

Non sono previsti specifici requisiti obbligatori per l’accesso all'esame. Tuttavia, si consiglia agli studenti di sostenere l'esame di Psicologia generale prima di iniziare lo studio della disciplina. Questo consentirà di acquisire le conoscenze generali di base inerenti alla psicologia scientifica, che è utile possedere prima di intraprendere lo studio della misura in tale ambito.

Programma del corso
  • La quantificazione in Psicologia:
    • misura del comportamento e raccolta dei dati;
    • cenni sui vari tipi di strumenti (test, questionari, inventari, interviste);
    • cenni su attendibilità e validità delle misure;
    • scale di misura (nominale, ordinale, a intervalli equivalenti, a rapporti equivalenti);
    • variabili e mutabili;
    • concetto di frequenza;
    • tabulazione dei dati;
    • rappresentazioni grafiche (grafico a barre, istogramma, poligono di frequenza);
    • costruzione e interpretazione di tabelle a doppia entrata.
  • Misure di tendenza centrale e di variabilità
  • Standardizzazione e trasformazione dei punteggi (decili, quartili, percentili, punti z, punti T)
  • Distribuzione normale e distribuzione normale standardizzata
  • Relazioni tra variabili e misura della relazione tra due variabili (coefficienti di correlazione: r di Pearson, rs di Spearman, tau di Kendall, r punto-biseriale, r ph)
  • La regressione: forma, intensità e direzione della relazione; la regressione lineare
  • Concetto di probabilità: teoremi e distribuzioni teoriche di probabilità
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Ercolani A.P., Areni A., Leone L., Elementi di statistica per la psicologia, Il Mulino, 2008 (Cap. 1,2,3,4,5)
  • Areni A., Scalisi T.G., Bosco A., Esercitazioni di psicometria. Problemi ed esercizi svolti e commentati, EDRA - Masson, 2005

Testi di approfondimento

  • Ercolani A.P., Perugini M., La misura in psicologia, introduzione ai test psicologici, Edizioni Led, 1997
  • Mucciarelli G., Chattat R., Celani G., Teoria e pratica dei test, Piccin, 2002
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta, e può includere sia domande aperte e/o chiuse che esercizi. Alle domande aperte si richiede di fornire una risposta sintetica ma il più possibile esauriente, che riguardi in maniera circoscritta lo specifico argomento a cui si fa riferimento nel quesito. Per gli esercizi è necessario che lo studente sia in grado di applicare ai quesiti proposti le conoscenze apprese e le competenze acquisite nel corso della preparazione all'esame.
Il tempo a disposizione per la prova è di 90 minuti.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.gelfo@unimarconi.it)