Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia dell'arte moderna
Docente
Prof.ssa Rubichi Viviana
Settore Scientifico Disciplinare
L-ART/02
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento

Il Corso, incentrato sullo studio dell’arte moderna dagli inizi del XV secolo fino alla metà del XVIII secolo, offre una esauriente analisi dei principali artisti del periodo trattato; nonché degli stili e delle correnti artistiche, che hanno caratterizzato questa fase della storia dell’arte.
La parte monografica riguarda la storia del ritratto nel Rinascimento: dalla sua nascita come genere pittorico nelle principali corti rinascimentali italiane ai ritratti “psicologici” di Leonardo da Vinci; fino alla novità dei “ritratti di stato” di fine Cinquecento, nei quali dell’effigiato contavano soprattutto gli attributi del suo status, tappa importante di tale processo fu la nascita del ritratto emblematico.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine del Corso, lo studente sarà in grado di:

Conoscenza e comprensione.

·      Gli strumenti basilari per conoscere e così comprendere l’importanza della storia dell’arte come storia dell’umanità.
·      Le principali tappe della storia artistica italiana ed europea dai primi del Quattrocento alla metà del Settecento, attraverso le opere e gli artisti più rappresentativi.
·      Gli indicatori del periodo storico, dello stile e dei caratteri dell’artista.
·      La struttura e le componenti di un’opera d’arte, decodificandole il messaggio, comprendendone il significato, per inserirla nel suo contesto storico-sociale.
·      La documentazione dell’evoluzione del ritratto in età rinascimentale.

 Capacità di applicare conoscenza e comprensione.

·       Capacità di individuare collegamenti tra argomenti e discipline affini.
·       Applicare le competenze teoriche acquisite riguardo agli aspetti fondamentali e caratterizzanti dei periodi storici e delle correnti artistiche esaminate.
·       Usare conoscenze e concetti appresi per ragionare secondo la logica della disciplina ed applicarla al campo della conoscenza e del comportamento dell’essere culturale.
·       Saper esprimere un giudizio, in forma argomentata, su questioni e problemi affrontati.

 Competenze trasversali.

·      Abilità comunicative e relazionali.
·      Autonomia di giudizio e maggior capacità di apprendimento.
·      Consapevolezza del significato culturale del patrimonio pittorico, architettonico e scultoreo italiano ed europeo, della sua importanza come fondamentale risorsa economica, della necessità di preservarlo attraverso gli strumenti della tutela e della conservazione.
·      Saper fruire delle espressioni creative delle arti e dei mezzi espressivi propri della Storia dell’arte.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento
Modulo I: Strumenti di didattica dell’arte
  1. Riconoscere e sapere interpretare un'opera d'arte – prima parte
  2. Riconoscere e sapere interpretare un'opera d'arte – seconda parte
Modulo II: Il Rinascimento
  1. La conquista della realtà. Il primo Quattrocento – prima parte
  2. La conquista della realtà. Il primo Quattrocento – seconda parte
  3. Il tardo Quattrocento in Italia - prima parte
  4. Il tardo Quattrocento in Italia - seconda parte
  5. Il Rinascimento maturo. Leonardo da Vinci (1452-1519) – prima parte
  6. Il Rinascimento maturo. Michelangelo Buonarroti (1475-1564) – seconda parte
  7. Il Rinascimento maturo. Raffaello Sanzio (1483-1520) – terza parte
  8. L'Italia settentrionale: la seconda via del Rinascimento maturo
Modulo III: Il Manierismo
  1. Il manierismo a Firenze e a Roma
  2. Il manierismo nell'Italia centro-settentrionale
Modulo IV: Barocco e Rococò
  1. L'opposizione al manierismo: i Carracci e Caravaggio
  2. Il barocco romano: Bernini, Borromini e Pietro da Cortona
  3. Le diverse interpretazioni dell'arte barocca nei centri italiani ed europei nel Seicento
  4. Gli sviluppi dell'arte barocca: l'esperienza rococò
Modulo V: Parte monografica
  1. Lo specchio dell’anima: il ritratto nel Rinascimento (dispense)
NOTA BENE:
per la corretta preparazione dell’esame di Storia dell’arte moderna, in forma scritta e orale, è necessario conoscere i principali protagonisti che hanno segnato il Rinascimento, il Barocco e il Rococò. Per ognuno di loro si richiede la capacità di saperli contestualizzare all’interno di un quadro storico, sociale ed artistico. In più, per quelli evidenziati in grassetto, si raccomanda uno studio più approfondito, partendo dalle tappe principali del loro percorso biografico ed artistico e soffermandosi sulle loro opere più significative (presenti sia nelle video lezioni e sia nei manuali di testo consigliati). A tal proposito, si fa presente a tutti quegli studenti che dovessero adottare manuali diversi rispetto a quelli indicati nel programma del Corso, di accertarsi che gli stessi contengano gli artisti riportati nell’elenco che segue.

IL QUATTROCENTO – IL RINASCIMENTO
Filippo Brunelleschi, Donatello, Lorenzo Ghiberti, Masolino, Masaccio, Beato Angelico, Paolo Uccello, Leonardo da Vinci, Leon Battista Alberti, Sandro Botticelli, Piero della Francesca, Antonello da Messina, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Donato Bramante, Jan Van Eyck, Rogier van der Weyden, Hieronymus Bosch, Antonio Pollaiolo, Andrea del Verrocchio, Benozzo Gozzoli, Domenico Ghirlandaio, Pietro Perugino, Domenico Veneziano, Filippino Lippi, Pinturicchio, Vittore Carpaccio, i pittori dei Mesi di Schifanoia. 

IL CINQUECENTO – LA DIFFUSIONE DEL RINASCIMENTO
Michelangelo Buonarroti, Raffaello Sanzio, Sebastiano del Piombo, Albrecht Dürer, Pieter Bruegel il Vecchio, El Greco, Giorgione, Tiziano Vecellio, Lorenzo Lotto, Sansovino, Andrea Palladio, Benvenuto Cellini, Giambologna.

IL CINQUECENTO – LA DIFFUSIONE DEL MANIERISMO
Giulio Romano, Vignola e Della Porta, Pontormo, Rosso Fiorentino, Andrea del Sarto, Bronzino, Paolo Veronese, Jacopo Tintoretto, Correggio, Parmigianino, Savoldo, Romanino, Moretto

IL SEICENTO – CLASSICISMO E NATURALISMO
Annibale Carracci, Nicolas Poussin, Caravaggio, i principali caravaggisti, Domenichino, Giovanni Lanfranco, Claude Lorrain, Carlo Maderno, Guido Reni, Bernardo Strozzi.

IL SEICENTO – IL BAROCCO
Gian Lorenzo Bernini, Francesco Borromini, Pietro da Cortona, Baldassare Longhena, Mattia Preti, Luca Giordano, Pieter Paul Rubens, Antonie Van Dyck, Rembrandt, Jan Vermeer, Diego Velàzquez

IL SETTECENTO – IL TARDO BAROCCO E IL ROCOCÒ
Filippo Juvarra, Luigi Vanvitelli, Giambattista Piazzetta, Giambattista Tiepolo, Rosalba Carriera, Pietro Longhi, Giovanni Paolo Pannini, Giuseppe Maria Crespi, Canaletto, Antoine Watteau, William Hogart, Francesco Guardi, Pompeo Batoni, Francesco Solimena, Sebastiano Ricci, Bellotto.

Modulo di approfondimento facoltativo: Seminario Permanente di Didattica Sperimentale HALF A CLASSROOM (a.a. 2018-2019)
    
Presentazione del seminario "HALF A CLASSROOM"
  1. Arte e transmedia
  2. Il cinema come luogo della memoria: finzione e realtà
  3. Prospettive interdisciplinari sul performativo
  4. Il design dell’opera audiovisiva: dall’interazione alla partecipazione
  5. Pratiche trasformative attraverso l’arte
  6. Intersezioni mediatiche
  7. La voce tra gestualità e simbolico
  8. Intelligenza Artificiale e Reti Neurali, un ponte tra futuro, presente e passato. Un viaggio tra archeologia, arte e scienza
  9. Passato e futuro di "HALF A CLASSROOM": una riflessione collettiva
Modulo di approfondimento facoltativo: Seminario Permanente di Didattica Sperimentale HALF A CLASSROOM (a.a. 2019-2020)
  1.  Dentro il labirinto
  2.  Disabilità e inclusione: dalla storia alle pratiche
  3.  L'intuizione creativa e la tecnica segreta di Leonardo da Vinci
  4.  Il progetto Hybris. Forme di vita e bioestetica
  5.  Alcuni passi dentro la Casa Museo: co-appartenenza e distanza
  6.  L'espressione estetica delle lingue visivo-gestuali (incontro in modalità virtuale)
  7.  Percorsi tra i linguaggi dell'arte: la parola ai laureati USGM (incontro in modalità virtuale)
  8.  Tecnologie narrative e storytelling: interazione, partecipazione, collaborazione (incontro in modalità virtuale)
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Nelle videolezioni sono esposti i contenuti dell’insegnamento, finalizzati alla loro corretta conoscenza e comprensione da parte degli studenti. Nello specifico, vengono illustrati gli strumenti della didattica dell’arte; gli artisti e lo stile del periodo rinascimentale; gli artisti e lo stile del periodo manierista; gli artisti e gli stili del periodo barocco e rococò, attraverso un ricco repertorio iconografico e l’analisi dettagliata di alcune tra le più importanti opere d’arte dell’epoca moderna (“Dentro l’opera”). All’interno di ogni videolezione viene dato ampio risalto al lessico scientifico proprio della Storia dell’arte moderna, con particolare accento sulle definizioni della terminologia più significativa.  
Inoltre, l’esposizione degli argomenti affrontati nel corso delle lezioni, privilegia un approccio critico-comparativo rispetto ad uno puramente nozionistico, focalizzandosi sul confronto diacronico e sincronico, tra ideologie complementari e/o antitetiche.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
L’insegnamento propone, oltre ai test strutturati per ognuno dei cinque moduli, la somministrazione in piattaforma di due domande aperte. Nella prima open question si chiede di spiegare in quali elementi differisce il ritratto di età fiamminga da quello dell'Italia quattrocentesca; nella seconda open question si chiede di riportare e di analizzare un esempio di opera scultorea di soggetto mitologico-allegorico, un’opera pittorica di genere; un’opera architettonica di epoca barocca. Le risposte a tale domanda verranno discusse successivamente in aula virtuale, per favorire il confronto e lo sviluppo di competenze critiche dedicate ad approfondimenti di specifiche tematiche del Corso sulla base di criteri di indagine complementari rispetto a quelli adottati nelle lezioni
Modalità di verifica dell'apprendimento
La prova scritta consiste in tre domande aperte. Le domande aperte riguardano argomenti specificati contenuti nel programma modulare del Corso, come nei libri di testo obbligatori per la corretta e completa preparazione dell’esame (lo studio dei manuali – a scelta tra i tre proposti). Inoltre, consiglio la lettura del testo metodologico di O. Calabrese, Come si legge un´opera d´arte, soprattutto per coloro che riscontrano particolari difficoltà nella lettura ed analisi di un'opera d'arte. Allo studente verrà richiesto di motivare in modo adeguato le risposte. È indispensabile, inoltre, rispondere in modo puntuale alla domanda posta, circoscrivendo gli argomenti richiesti. Sarà inoltre valutata la corretta trascrizione degli argomenti dal punto di vista lessicale e logico-argomentativo.
Si informa poi che, laddove nel testo della domanda venisse riportata anche la lunghezza minima e massima della risposta in righe, di rispettare questo parametro, perchè la mancanza di tale requisito penalizzerà il punteggio finale della prova. Inoltre, si comunica che in sede di valutazione della prova saranno considerate solo le fonti e i contenuti concordate/i con il docente e/o presenti nel programma del Corso.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel programma del Corso e nei libri di testo obbligatori (lo studio dei manuali – a scelta tra i tre proposti), al fine di verificarne la corretta comprensione. Inoltre, consiglio la lettura del testo metodologico di O. Calabrese, Come si legge un´opera d´arte, soprattutto per coloro che riscontrano particolari difficoltà nella lettura ed analisi di un'opera d'arte. Verranno valutate, inoltre, le capacità logiche, espositive ed argomentative di ogni studente esaminato.  
La prova orale ha una durata media di 20 minuti.
Durante la prova scritta e/o orale, come criterio dell’attribuzione del giudizio, si terrà conto della capacità degli studenti di analizzare e ricostruire in modo autonomo la genesi e la diffusione degli stili e della poetica che ha contraddistinto una determinata corrente artistica in uno specifico periodo storico, illustrando con senso critico i fondamenti teorici delle riflessioni dei loro esponenti più rappresentativi. Sarà inoltre valutata la corretta esposizione degli argomenti dal punto di vista lessicale e logico-argomentativo, adeguata e conforme ai principi basilari della materia.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, si richiede lo studio di uno  tra i seguenti manuali:

  1. G. Bora, G. Fiaccadori, A. Negri, A. Nova, I luoghi dell’arte (nuova edizione), vol. 3 (Dal Quattrocento all'Età della Maniera); vol. 4 (Dalla Controriforma all'Impressionismo, ad esclusione delle parti che riguardano il Romanticismo e l’Impressionismo), Electa-Bruno Mondadori. 
  2. C. Bertelli, G. Briganti, A. Giuliano, Storia dell'arte italiana, Electa Mondadori, Milano, 1986, vol. 2, unità 11, 12, 13, 14; vol. 3, unità 15, 16, 17, 18. Possono essere utilizzate anche le successive ristampe; oppure C. Bertelli, La storia dell'arte, edizioni scolastiche Bruno Mondadori, volumi 3 e 4 (fino al Rococò).
  3. P. De Vecchi, E. Cerchiari, Arte nel tempo, Bompiani, Milano 1991-1992 (e successive ristampe), vol. 2, tomo I, parte II e tomo II, parti III e IV.

TESTO DI APPROFONDIMENTO

  1. O. Calabrese, Come si legge un´opera d´arte, Edizioni Mondadori, Milano 2006
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (v.rubichi@unimarconi.it)