Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Teoria e metodi di programmazione e valutazione scolastica
Docente
Prof. Ugolini Francesco Claudio
Settore Scientifico Disciplinare
M-PED/04
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Come finalità generale dell’insegnamento, lo studente dovrà essere in grado di impostare una progettazione didattica e una valutazione per competenze, sulla base di quanto determinato dalla recente legislazione nazionale in ambito scolastico.
A tal fine, il corso si articolerà in due moduli.
Il primo modulo tratterà i principi della valutazione scolastica, con l’obiettivo di far conoscere i concetti fondanti che storicamente hanno accompagnato lo sviluppo delle tematiche valutative. Questo primo modulo fornisce anche le basi teoriche utili per costruire prove di verifica valide e attendibili.
Il secondo modulo si focalizzerà quindi sull'approccio per competenze, evidenziando i presupposti sociali e normativi (nel contesto europeo e italiano); verrà introdotto il concetto di situazione problema, di valutazione autentica, di rubrica valutativa, di valutazione trifocale. Questo secondo modulo fornisce le basi teoriche per realizzare un progetto didattico (e relativo piano di valutazione) secondo l'approccio per competenze.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere e comprendere i principi della valutazione scolastica, a partire dall'impostazione della docimologia delle origini, alla successiva distinzione tra misurazione e valutazione in un processo educativo, fino alle teorie più recenti orientate allo sviluppo di competenze;
  • Saper ricondurre l’evoluzione delle teorie della valutazione alle principali caratteristiche sociali dei contesti storici che ne hanno caratterizzato il percorso;
  • Saper distinguere le diverse funzioni della valutazione, con particolare riferimento alla funzione formativa, in rapporto all'individualizzazione dei percorsi di apprendimento;
  • Conoscere le diverse tipologie di prove previste dalla docimologia classica, essendo in grado di ricondurne le caratteristiche in termini di stimolo dell’insegnante e risposta dell’allievo ai concetti di validità e di attendibilità di una rilevazione;
  • Saper definire e discutere il concetto di competenza, in riferimento alle mutazioni sociali sopravvenute negli ultimi anni;
  • Conoscere la cornice normativa a livello nazionale ed europea all'interno della quale si inserisce l’adozione di tale costrutto nella scuola;
  • Conoscere e comprendere le caratteristiche di una progettazione didattica orientata allo sviluppo di competenze, con particolare riferimento al ruolo della rubrica valutativa;
  • Conoscere e comprendere le caratteristiche di una valutazione delle competenze con particolare riferimento alla prospettiva trifocale.
Inoltre, al termine del corso, lo studente sarà in grado di:
  • Esprimere i concetti propri del corso con terminologia appropriata e precisione lessicale;
  • Apprendere i diversi argomenti trattati, sapendoli ricollegare in un quadro unitario e coerente, con particolare riferimento alla corretta collocazione storica delle teorie e degli strumenti presentati.
Prerequisiti

Non sono previsti requisiti specifici.

Contenuti dell'insegnamento

Modulo I: I principi della valutazione scolastica

  • Teoria e metodi di programmazione e valutazione scolastica – Articolazione del corso
  • Nascita e sviluppo della docimologia
  • Misurazione e valutazione nel processo educativo
  • Le funzioni della valutazione
  • La funzione formativa della valutazione e l’individualizzazione dei percorsi di apprendimento
  • La definizione degli obiettivi didattici
  • Dalla definizione degli obiettivi alla predisposizione degli strumenti
  • Le prove oggettive
  • Le prove di comprensione della lettura
  • Le prove semistrutturate

Modulo II: Progettare e valutare per competenze

  • Dai “contenuti” alle “competenze”
  • La cornice normativa - Il contesto internazionale
  • La cornice normativa - Il contesto italiano
  • Progettazione e programmazione - Dagli obiettivi alle competenze
  • Messa a fuoco della competenza
  • Metodologie didattiche per lo sviluppo delle competenze
  • Valutare le competenze
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

All’interno delle videolezioni e del materiale didattico, viene dato ampio risalto, anche con opportuni accorgimenti grafici, al lessico scientifico proprio delle teorie della programmazione e della valutazione scolastica, con particolare accento sulle definizioni dei termini più significativi.

Il corso propone inoltre una lezione ("Teoria e metodi di programmazione e valutazione scolastica – Articolazione del corso") pensata per fornire adeguato supporto allo studente nell’apprendimento dei diversi argomenti. In tale lezione vengono esplicitate e condivise le scelte metodologiche alla base del corso, viene ricostruito in sintesi il quadro unitario e coerente dell’intero insegnamento e vengono infine elencate le varie lezioni evidenziando in che modo esse si relazionano con tale quadro.
Tale lezione si propone dunque di supportare lo studente nell’apprendimento dei diversi concetti, aiutandolo a collocarli opportunamente nel quadro complessivo. La lezione si vuole introduttiva al corso nel suo insieme; data la natura asincrona delle videolezioni, se ne raccomandano tuttavia più visioni, nei diversi momenti della fruizione dell’intero corso (in particolare nel passaggio dal primo al secondo modulo), e non solo all’inizio.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Più in generale, non sono previste prove intermedie che contribuiscono alla formulazione del giudizio finale.

L’esame finale si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in quattro domande aperte. Le domande aperte riguardano argomenti specifici del corso. Esse presentano degli stimoli circoscritti ed è quindi indispensabile rispondere in modo puntuale e preciso.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel corso al fine di verificarne la comprensione.
La prova orale ha una durata media di 20 minuti.

Nel formulare il giudizio, si terrà conto della conoscenza approfondita dei contenuti e dei loro annessi metodologici, applicativi, lessicali e di esposizione, aspetto quest'ultimo cui viene data particolare importanza.
Si terrà inoltre conto della capacità dello studente di esporre i diversi argomenti all’interno di un quadro unitario e coerente, sapendoli collocare sul piano storico e contestuale.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

Parte generale

  • Domenici G., Manuale della valutazione scolastica, Roma-Bari, Laterza, 2008
  • Castoldi M., Progettare per competenze. Percorsi e strumenti, Roma, Carocci, 2011

Testi di approfondimento (Modulo I)

  • Benvenuto G., Mettere i voti a scuola. Introduzione alla docimologia, Roma, Carocci, 2003
  • Vertecchi B., Manuale della valutazione. Analisi degli apprendimenti e dei contesti, Milano, Franco Angeli, 2003

Testi di approfondimento (Modulo II)

  • Castoldi M., Valutare a scuola. Dagli apprendimenti alla valutazione di sistema, Roma, Carocci, 2012
  • M. Pellerey, Le competenze individuali e il portfolio, Firenze, La Nuova Italia, 2004
  • F. Batini, Insegnare per competenze, Torino, Loescher, 2013

(Molti di questi volumi hanno avuto più di un’edizione: si prega di far riferimento a quella più recente).

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.ugolini@unimarconi.it)