Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Psicologia di comunità
Docente
Prof.ssa Curiale Silvia Antonietta
SSD
M-PSI/05
Crediti
12
Descrizione

Il corso si propone di fornire un quadro dell’evoluzione teorica, storica e metodologica della psicologia di comunità dagli anni sessanta ad oggi.
La psicologia di comunità nasce intorno agli anni Sessanta negli Stati Uniti. Possiamo considerarla come un’area di indagine e di intervento che associa l’orientamento clinico classico con la prospettiva sociale. L’assunto di base è la valutazione che le persone (e i loro problemi) possono essere comprese solo se considerate all'interno del contesto e del sistema sociale più ampio in cui sono inserite. L’enfasi, quindi, è posta non tanto sulla dimensione personale e soggettiva, ma soprattutto su quella sociale e oggettiva.
Lo psicologo di comunità deve quindi essere in grado di agire sull'interazione tra l’individuo e il suo ambiente con competenze specifiche e partendo da un’ottica di prevenzione (proattiva e/o reattiva) che consenta di individuare aree di rischio, per l’insorgere di un disagio, ma anche risorse e potenzialità della comunità. Il fine ultimo è quello del benessere degli individui e della comunità nel suo insieme.

Obiettivi didattici

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • Esplicitare l’oggetto di studio della psicologia di comunità;
  • Ripercorrere le tappe del suo sviluppo e i principali modelli teorici di riferimento;
  • Approfondire le principali metodologie e gli strumenti necessari all'analisi dei fenomeni che concernono le diverse comunità e volti alla prevenzione del disagio e all'incremento della salute collettiva;
  • Illustrare gli ambiti di applicazione della disciplina, da quelli più tradizionali ai più innovativi;
  • Riflettere su alcuni temi chiave della ricerca e dell’intervento secondo la prospettiva della psicologia di comunità.
Prerequisiti

Non sono richiesti requisiti specifici.

Programma del corso

Modulo I: Identità e storia

  • Psicologia di Comunità: identità e obiettivi
  • La storia della Psicologia di Comunità
  • I modelli teorici della Psicologia di Comunità
  • Istituzioni totali e deistituzionalizzazione

Modulo II: Gli strumenti e i metodi

  • Il gruppo in Psicologia di Comunità
  • Rete-sostegno sociale e lavoro di rete come pratica dello psicologo di comunità
  • Lo Sviluppo di Comunità e l'Empowerment
  • Ricerca e valutazione in psicologia di comunità
  • L’Analisi Organizzativa Multidimensionale
  • Lavorare per la comunità: livelli d’azione dello psicologo di comunità

Modulo III: Ambiti di applicazione

  • Settori tradizionali di intervento dello psicologo di comunità
  • I nuovi settori di applicazione della psicologia di comunità
  • L’intervento sulla crisi e relazione con lo stress
  • Tossicodipendenza e new addiction
  • Il Burn-out
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente e ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Francescato D., Tomai M. e Ghirelli G, Fondamenti di Psicologia di Comunità. Principi, strumenti e ambiti di applicazione, Carocci Editore, Roma, 2011
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L'esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta consiste in tre domande aperte. Le domande aperte riguarderanno argomenti specifici del corso e verrà richiesto allo studente di rispondere in modo puntuale alla domanda.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel corso al fine di verificarne la comprensione. La prova orale ha una durata media di 20/30 minuti.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (s.curiale@unimarconi.it)