Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Informatica giuridica
Docente
Prof. Liberatore Pasquale
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/20
CFU
06
Descrizione dell'insegnamento
Il Corso si prefigge lo scopo di fornire agli studenti le basi e gli strumenti per una formazione nei diversi ambiti e settori del Diritto applicato all’informatica in generale, alla ICT, ad Internet ed in più generale alle transazioni ed al trasferimento di dati e informazioni operato digitalmente attraverso l’impiego di strumenti elettronici di comunicazione.
Il Corso si prefigge poi l’obiettivo di fornire informazioni e preparazione di base nell’ambito della Informatica del Diritto: vale a dire, la documentazione forense, la ricerca documentaria, lo studio di internet e dei suoi meccanismi di funzionamento. Particolare focus deve essere dato ai reati informatici. Il Corso sarà quindi dedicato in una speciale sezione ad esaminare la normativa speciale in tema di riservatezza e tutela dei dati personali ai sensi del GDPR. 
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Conoscere le leggi e le norme applicabili ad internet; comprendere come si dipana lo svolgimento di una ricerca empirica in materia di ricerca documentaria FORENSE E GIURIDICA.

L’insegnamento contribuisce a sviluppare un’adeguata conoscenza degli strumenti giuridici applicabili e a ragionare in termini di interdisciplinarietà tra i diversi ambiti del diritto civile, amministrativo, penale; pertanto, il corso contribuirà a sviluppare una compiuta autonomia di giudizio e senso critico.
Prerequisiti
Al fine di comprendere meglio le problematiche connesse ai diversi ambiti del diritto interessati dal Corso, sarebbe opportuno aver sostenuto con successo gli esami di:
  • Diritto Privato
  • Diritto Amministrativo
Tali conoscenze rappresentano un prerequisito auspicabile per lo studente che voglia superare il corso con profitto.
Contenuti dell'insegnamento
  • Informatica Giuridica: storia definizioni e contesti operativi
  • Analisi della struttura fisica delle reti informatiche
  • I sistemi di connessione in rete ed i protocolli di indirizzamento
  • Firma digitale
  • Gli strumenti legislativi per una P.A. digitale
  • Le strutture statali per la gestione dell’Agenda digitale
  • Il CAD ed i diritti di quarta generazione
  • Il CAD e il documento informatico: dematerializzazione e conservazione
  • Sicurezza informatica e dell’informazione
  • Tutela dei dati personali: il difficile equilibrio tra individuo e collettività
  • Il Regolamento europeo 679/2016: inquadramento generale            
  • Il Regolamento europeo 679/2016: il diritto all’oblio e i principi di accountability e di effettività
  • I Il Regolamento europeo 679/2016: dal principio di accountabilty  all’analisi dei rischi
Attività didattiche
Didattica erogativa

L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

 

Didattica interattiva

L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e orale.

La prova scritta consiste in un test della durata di 90 minuti e articolato in tre domande a risposta aperta cui lo studente deve rispondere con gli opportuni riferimenti normativi e in forma sintetica dimostrando la padronanza degli argomenti proposti.

La prova orale consiste in una interazione professore/studente sui temi di maggior interesse scientifico ed articolata in non più di otto quesiti.

Criteri/regole per l’attribuzione del giudizio finale: capacità espositiva, padronanza di un linguaggio giuridico, cura nella comprensione dei diversi istituti esaminati.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Alberto Clerici, Manuale di Informatica Giuridica – Egea Editore, ult. Ed.
  • Adalberto Biasiotti, il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati – EPC Editore, ult. Ed.
o in alternativa
  • Giovanni Ziccardi e Pierluigi Perri, Tecnologia e Diritto, Vol. I,II,III, 2019, Giuffre Ed., ultima edizione
 
Ricevimento studenti
Previo appuntamento p.liberatore@unimarconi.it