Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Diritto amministrativo
Docente
Prof.ssa Beraldi Patrizia
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/10
CFU
06
Descrizione dell'insegnamento
Il corso in una prospettiva diacronica ed interdisciplinare, muovendo dall’analisi delle fonti e dei principi costituzionali che disciplinano l’attività e l’organizzazione della Pubblica Amministrazione, mira a descrivere natura, caratteristiche e modalità di esercizio del potere dell’Amministrazione pubblica italiana, analizzando l’organizzazione dello Stato, gli enti pubblici, le figure giuridiche soggettive e l’incidenza dell’azione pubblica sulle situazioni giuridiche soggettive dei destinatari, il procedimento amministrativo, il provvedimento ammnistrativo ed il regime di invalidità degli atti amministrativi.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Conoscenza e comprensione
  • Conoscere le fonti del Diritto Amministrativo
  • Conoscere e comprendere i principi costituzionali che regolano l’attività e l’organizzazione della Pubblica Amministrazione
  • Comprendere il potere amministrativo
  • Comprendere l’organizzazione dello Stato e degli enti facenti parte del pubblico potere
  • Comprendere le situazioni giuridiche soggettive
  • Capire il procedimento amministrativo
  • Analizzare il provvedimento amministrativo e comprendere il regime di invalidità dell’atto amministrativo
Capacità di applicare conoscenze e comprensione
  • Capacità di applicare i principi costituzionali all’attività della Pubblica Amministrazione e di spiegare le modalità con cui la P.a. esplica tali principi nello svolgimento delle sue attività.
  • Capacità di applicare le conoscenze acquisite per la risoluzione di problematiche concrete, riguardanti il rapporto tra le fonti, i rapporti tra gli organi centrali e gli organi periferici, le modalità di gestione del procedimento amministrativo, i vizi che possono inficiare la validità degli atti amministrativi. Tale capacità viene acquisita dallo studente attraverso la fruizione delle lezioni, attraverso lo studio del materiale didattico e attraverso gli strumenti di didattica interattiva.
Competenze trasversali
  • Autonomia di giudizio: agli studenti è richiesto di applicare le conoscenze acquisite a casi concreti che riguardano la gestione dell’attività amministrativa. Tali casi sono oggetto di approfondimento nell’ambito della didattica interattiva.
  • Abilità comunicative: è richiesto l’uso di un linguaggio prettamente giuridico al fine di dimostrare le proprie capacità di apprendimento e di comprensione delle conoscenze acquisite. 
Prerequisiti

Sufficiente padronanza dell’argomentazione logico-giuridica generale.
Buona conoscenza delle nozioni giuridiche di base.
Per poter fruire in modo proficuo le attività didattiche previste dall’insegnamento e poter superare l’esame con profitto è consigliabile aver sostenuto l’esame di Istituzioni di diritto pubblico.

Contenuti dell'insegnamento
  • Introduzione al diritto amministrativo
  • Le fonti del diritto amministrativo
  • Costituzione e Pubblica Amministrazione
  • Persone giuridiche pubbliche organi e uffici
  • L´organizzazione dello stato
  • Gli enti pubblici
  • Le situazioni giuridiche soggettive
  • Il potere amministrativo
  • Il procedimento amministrativo
  • L’invalidità del provvedimento amministrativo
  • La funzione di riesame dei provvedimenti
  • La responsabilità della P.A.
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
1. Tipologia di prove d’esame
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
L’esame scritto consiste in tre domande aperte di tipo tematico/concettuale. In particolare, le domande sono predisposte in maniera tale da coprire le principali macro/aree del corso (fonti, principi, attività e organizzazione della P.a., procedimento amministrativo, provvedimento amministrativo, regimi di invalidità degli atti amministrativi, ecc.) al fine di verificare il livello di approfondimento.
La prova scritta ha una durata massima di 90 minuti e si svolge alla presenza e sotto la vigilanza di un’apposita commissione. Non è consentita la consultazione di testi normativi né di altro materiale didattico.
La prova orale consiste in una discussione frontale, nel corso della quale vengono formulate dal docente specifiche domande sugli argomenti rientranti nel programma. Il candidato è chiamato ad esporre i contenuti in modo chiaro e dettagliato al fine di consentire al docente di verificare il livello di conoscenza e di approfondimento della materia.
2. Criteri/regole per l’attribuzione del giudizio finale
Per l’attribuzione del giudizio finale si tiene conto della capacità dello studente di acquisire una approfondita conoscenza della materia e degli istituti giuridici oggetto del corso, dimostrando capacità di applicare in maniera critica le conoscenze acquisite, nonché il corretto utilizzo dei termini giuridici. A tal fine è fondamentale per la preparazione dell’esame lo studio della materia su un manuale aggiornato, il confronto costante con le fonti normative aggiornate e l’ascolto delle videolezioni. L’ulteriore materiale didattico, presente in piattaforma costituisce un semplice complemento, utilizzabile solo per un eventuale confronto dialettico con i sussidi sopra elencati.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Guido Corso, Manuale di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, ultima edizione (esclusa la parte sulla giustizia amministrativa)
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (p.beraldi@unimarconi.it)