Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Diritto amministrativo
Docente
Prof. Gaspari Francesco
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/10
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento
Il corso è finalizzato ad assicurare un’approfondita conoscenza della disciplina tale da consentire agli studenti di gestire le complessità derivanti dall’esercizio del potere amministrativo. In particolare, sono approfonditi i principali aspetti dell’organizzazione e dell’attività amministrativa.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

Conoscenza e comprensione
  • approfondire gli istituti del diritto amministrativo alla luce della evoluzione legislativa, giurisprudenziale e dottrinale
  • implementare la capacità di analisi critica, di valutazione e di sintesi

Competenze trasversali
  • autonomia di giudizio: agli studenti è richiesta la capacità di applicare in maniera critica le conoscenze acquisite, anche mediante fattispecie concrete decise o in corso di definizione da parte della giurisprudenza (ad esempio, in materia di giustizia costituzionale). Tali casi sono discussi nell’ambito della didattica interattiva mediante specifici strumenti didattici (in particolare, le aule virtuali).
  • abilità comunicative. Particolare attenzione viene prestata all’acquisizione di termini giuridicamente corretti e al loro utilizzo nel contesto di riferimento.
Prerequisiti
Diritto costituzionale
Contenuti dell'insegnamento
  • Il diritto amministrativo
  • La pubblica amministrazione. Oggetto e caratteri del diritto amministrativo
  • L’interesse pubblico
  • Le situazioni giuridiche soggettive. La discrezionalità
  • Le situazioni giuridiche soggettive dei privati. L’interesse legittimo
  • L’organizzazione amministrativa. La pubblica amministrazione e la sua evoluzione
  • Le amministrazioni come operatori giuridici. Organo e ufficio
  • Le strutture organizzative
  • L’amministrazione dell’economia
  • L’attività amministrativa
  • I principi generali dell’azione amministrativa
  • Il procedimento amministrativo
  • La conferenza di servizi
  • L’accesso alla documentazione amministrativa
  • Il provvedimento amministrativo
  • L’efficacia del provvedimento amministrativo
  • L’invalidità del provvedimento amministrativo
  • I provvedimenti amministrativi di secondo grado
  • La SCIA
  • Il silenzio dell’amministrazione
  • L’amministrazione consensuale. Gli accordi amministrativi
  • I contratti della pubblica amministrazione
  • Le risorse umane
  • I beni pubblici. Nozioni generali  
  • La responsabilità della pubblica amministrazione
  • La responsabilità dei funzionari e dei dirigenti
  • I servizi pubblici
  • Le funzioni di regolazione del mercato
  • I servizi sociali
  • Governo del territorio
  • Vincoli sulla proprietà privata
  • Le espropriazioni
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
1.     Tipologie di prove d’esame:
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in tre domande aperte di tipo tematico/concettuale. In particolare, le domande sono predisposte in maniera tale da coprire le principali macro-aree del corso (organizzazione e attività della P.A., invalidità del provvedimento, ecc.) al fine di verificarne il livello di approfondimento.  
La prova ha una durata massima di 90 minuti e non è prevista la consultazione di testi normativi né di altro materiale didattico. 
La prova orale consiste in un colloquio con alcune domande a cui il candidato deve rispondere. Le domande sono formulate in maniera tale da coprire le principali macro-aree del corso (organizzazione e attività della P.A., invalidità del provvedimento, ecc.) al fine di verificarne il livello di approfondimento.  

 2.     Criteri/regole per l’attribuzione del giudizio finale
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d’esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell’art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Franco Gaetano Scoca (a cura di), Diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, ult. ed. (ad eccezione di: Parte 2, Cap. 5, Sez. IV; Parte 6, Cap. 2; Parte 7, Cap. 1; Parte 9, Cap. 1)

Lettura di approfondimento:

Franco Gaetano Scoca, L’interesse legittimo: storia e teoria, Giappichelli, Torino, 2017
Ricevimento studenti
Previo appuntamento (f.gaspari@unimarconi.it)