Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Diritto commerciale
Docente
Prof. Ghia Lucio
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/04
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Gli obiettivi e le finalità dell’insegnamento di diritto commerciale, nell'ambito degli obiettivi e delle finalità dell’intero corso, sono essenzialmente di consentire l’acquisizione degli elementi conoscitivi fondamentali della vigente disciplina giuridica dell’attività di impresa, sia se svolta in forma individuale che collettiva. In questo contesto particolare rilevanza viene data alla recente riforma organica della disciplina delle società di capitali e delle cooperative, che ha introdotto importanti novità al fine di rendere il nostro diritto societario più moderno e competitivo, nel sistema dell’economia globale, principalmente con il riconoscimento di maggiori spazi di autonomia statutaria e l’offerta di nuovi strumenti per l’accesso al mercato dei capitali (di credito e di rischio) da parte delle nostre imprese.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • acquisire gli elementi conoscitivi fondamentali della vigente disciplina giuridica dell’attività di impresa;
  • comprendere le origini del diritto commerciale e l’evoluzione storica della disciplina;
  • approfondire le diverse tipologie di contratti commerciali;
  • sviluppare una panoramica del mercato mobiliare;
  • documentare le procedure concorsuali;
  • comprendere la disciplina delle società e la distinzione tra i vari tipi di società;
  • conoscere la riforma organica della disciplina delle società di capitali e delle cooperative.
Prerequisiti

Al fine di comprendere e saper applicare la maggior parte delle tecniche descritte nell'insegnamento, è necessario aver sostenuto con successo l’esame di Diritto Privato.
Inoltre, prima di iniziare lo studio della disciplina, si consiglia agli studenti di sostenere l´esame di Diritto Civile (se previsto nel Piano di Studi).
Gli argomenti trattati nell'esame richiedono la capacità di:

  1. comprendere la ratio di istituti giuridici complessi;
  2. analizzare i fatti e rapportarli alla norma di riferimento;
  3. sintetizzare argomenti articolati.

Tali conoscenze rappresentano un prerequisito indispensabile per lo studente che voglia superare il corso con profitto.

Contenuti dell'insegnamento

Diritto commerciale: evoluzione storica e normativa. Impresa e imprenditore nel sistema giuridico italiano
Le diverse categorie di imprenditori. Imprenditore individuale e imprenditore collettivo
Imprenditore commerciale e imprenditore agricolo. Piccolo imprenditore
Associazione in partecipazione
Lo statuto dell’imprenditore commerciale: registrazione, scritture contabili
L’azienda. I segni distintivi dell’impresa
La concorrenza (disciplina antitrust e concorrenza sleale)
Le società di persone: società semplice, società in nome collettivo, società in accomandita semplice
Le società di capitali e le cooperative. La riforma organica del 2003/04
Società per azioni e società in accomandita per azioni
Segue: struttura corporativa. Sistemi di amministrazione e di controllo. Strumenti di accesso al mercato dei capitali. Doveri e responsabilità degli organi sociali. Patti parasociali. Patrimoni destinati a specifici affari. Il bilancio
Società a responsabilità limitata
Le società soggette ad attività di direzione e coordinamento (gruppi di imprese)
Società cooperative
Trasformazione, fusione, scissione e liquidazione delle società

Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L´esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in 4 o 5 domande (a seconda della complessità di ognuna) a risposta aperta. 
La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in un colloquio nel quale vengono poste allo studente una serie di domande aventi ad oggetto i vari argomenti contemplati nel programma del corso. 
I quesiti sono finalizzati a verificare la capacità di ragionamento riguardo alle nozioni acquisite e la solidità e la completezza della preparazione dello studente.

Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Campobasso G., Manuale di Diritto Commerciale, Utet (ultima edizione in commercio)
  • Ghia L., I contratti di finanziamento dell´Impresa. Vol. II, Giuffrè, Milano, 2005
  • Ghia L., L’esdebitazione, evoluzione storica, profili sostanziali, procedurali e comparatistica, Ipsoa

Per le restanti parti del programma, è sufficiente lo studio sistematico del codice civile e dei testi di legge correlati.

Ricevimento studenti

Lunedì dalle ore 12.00 alle ore 13.00, previo appuntamento (l.ghia@unimarconi.it)