Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Diritto penale II
Docente
Prof.ssa Magro Maria Beatrice
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/17
CFU
09
Descrizione dell'insegnamento
Il corso, destinato a studenti già in possesso delle nozioni fondamentali del diritto penale e della conoscenza della struttura dell’illecito penale, comprende  lo studio di alcune fattispecie parte speciale quali i delitti contro la Pubblica Amministrazione, contro l’Amministrazione della Giustizia, contro l’Ordine Pubblico, contro l’Economia Pubblica, contro il Patrimonio, nonché alcuni approfondimenti tematici su questioni d’attualità   quali il suicidio assistito e il rifiuto di cure, il disastro ambientale, crisi economica e omesso pagamento dei tributi.
Inoltre, per i reati contro l’Economia Pubblica, il corso prevede la lettura di brani di un testo monografico integrativo. L´analisi di ordine teorico è affiancata dalla analisi e dalla discussione di casi giurisprudenziali.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso lo studente sarà in grado di:

1 – Risultati in termini di conoscenza e comprensione
-   conoscere le principali fattispecie incriminatrici raggruppate sotto il titolo dei reati contro la Pubblica Amministrazione, contro l’Amministrazione della Giustizia, contro l’Ordine Pubblico, contro il Patrimonio, contro l’integrità dei mercati finanziari
-   possedere gli strumenti di analisi di teoria generale,
-   acquisire la capacità di sussumere il caso concreto nella fattispecie incriminatrice
pertanto, gli argomenti oggetto del programma di esame verranno trattati con l’intento di fornire agli studenti una chiave di lettura unitaria e generale, ponendo a fondamento l’analisi delle fattispecie astratte e permettendone l’applicazione pratica con riferimento alla casistica.
 
2 – Capacità di applicare conoscenze e comprensione
- applicare le competenze teoriche acquisite, risolvendo specifiche problematiche, di carattere pratico, alla cui soluzione concorre l’interpretazione delle norme, secondo la metodica appresa dalla fruizione delle lezioni, dal materiale didattico e dalle attività interattive (aule virtuali ecc.). Alla verifica di detta capacità sono indirizzate le modalità di verifica dell’apprendimento, prevalentemente attuate mediante la proposizione di casi pratici, da risolvere applicando le conoscenze teoriche acquisite.

3 – Competenze trasversali
- acquisire e sviluppare competenze trasversali, nella necessaria integrazione tra le conoscenze specifiche della materia penalistica e quelle fornite dall’intero panorama delle discipline civilistiche (Diritto Costituzionale, Diritto penitenziario, Diritto processuale penale), con l’obiettivo di maturare una capacità comunicava, che consenta loro di trasmettere in modo chiaro e privo di ambiguità le loro conclusioni, nonché le conoscenze maturate.

Il bagaglio culturale, fornito dall’insegnamento consentirà di intraprendere eventuali studi successivi con un alto grado di autonomia.
Prerequisiti
Il superamento dell’esame di Diritto costituzionale. Il superamento dell’esame di Diritto penale I
Contenuti dell'insegnamento
PARTE SPECIALE
  • I reati dei pubblici ufficiali contro la Pubblica Amministrazione  
  • I reati contro l’Amministrazione della Giustizia 
  • I delitti contro il patrimonio
  • I delitti di aggiotaggio e di manipolazione del mercato 
  • I delitti contro l’ordine pubblico 
Parte monografica da studiare utilizzando le lezioni
  • Rifiuto di cure e suicidio assistito
  • Disastro ambientale e eventi a formazione progressiva - Disastro ambientale e eventi a formazione progressiva –
  • Crisi d’impresa e omesso versamento delle ritenute previdenziali e pagamento tributi
Attività didattiche
Didattica erogativa

L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica interattiva

L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione, aule virtuali, interazione specifica con i tutors, mediante la piattaforma informatica.
Modalità di verifica dell'apprendimento
1. Tipologie di prove d’esame

L'esame si svolge in forma scritta e/o orale. La prova scritta si svolge presso le sedi territoriali dell’Università e, in coerenza con gli obiettivi formativi, consiste in  tre domande aperte, che richiedono, per ciascuno dei campi nei quali è ripartita la materia, l’esposizione dei principi che regolano l’applicazione della legge penale e la soluzione di casi pratici, mediante l’applicazione delle conoscenze acquisite dallo studente durante il corso. La durata è di 90 minuti. Agli stessi obiettivi di verifica è indirizzato anche l’esame orale, che si svolge presso la sede centrale dell’Università in Roma davanti a una Commissione d’esame.

2. Per l’attribuzione del giudizio finale si tiene conto della capacità dello studente di acquisire una approfondita conoscenza della materia e dei contenuti di disciplina ad essa connessi, dimostrando di aver appreso i suoi principi metodologici, applicativi e lessicali dell’interpretazione giuridica. A tal fine è fondamentale per la preparazione dell’esame lo studio della materia su un idoneo manuale, il confronto costante con un testo normativo aggiornato (Codice penale e leggi complementari) e l’ascolto delle videolezioni. L’ulteriore materiale didattico, presente in piattaforma costituisce un semplice complemento, utilizzabile solo per un eventuale confronto dialettico con i sussidi sopra elencati.

Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente e ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:

  • Fiandaca -Musco, Diritto penale parte speciale, Zanichelli, Vol.2, ult. ed.;
Testio di approfondimento:
  • Magro, Manipolazioni di mercato e diritto penale. Una critica al modello di razionalità economica, in Quaderni di Giurisprudenza Commerciale, Giuffrè, 2012.
Ricevimento studenti
previo appuntamento inviando una mail a m.magro@unimarconi.it