Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Storia del diritto medievale e moderno
Docente
Prof. Ceccarelli Morolli Danilo
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/19
CFU
12
Obiettivi formativi

La storia del diritto è materia che, connettendosi allo sviluppo del diritto dal medioevo fino all’età contemporanea, consente allo studente la comprensione degli istituti giuridici e dei diritti attuali.
Oggetto del corso sarà dunque l’evoluzione storica del diritto attraverso il processo storico al fine di far comprendere come il diritto positivo contemporaneo sia frutto dell’esperienza giuridica occidentale, inserendo così il sistema italiano a pieno titolo nella “Western Legal Tradition” ed in particolare nell’ambito della Civil Law.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • Individuare le origini dei principali istituti giuridici moderni
  • Comprendere l’evoluzione del diritto e delle codificazioni europee
  • Comprendere l’importanza del Corpus Iuris Civilis come primo sistema di codificazione
  • Conoscere le tappe dello sviluppo storico degli Stati moderni
  • Individuare le principali scuole di pensiero del diritto
  • Conoscere l’origine degli attuali codici giuridici.
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti

Programma del corso
  1. La caduta dell’Impero Romano d’Occidente (476) e la formazione dei regni “romano-germanici”.
  2. La formazione del Corpus Iuris Civilis di Giustiniano (imp. 527-565) e la codificazione del diritto romano.
  3. I Longobardi in Italia e l’Editto di Rotari (643).
  4. L’impero Carolingio e la nascita del Sacro Romano Impero.
  5. Crisi dell’Impero Carolingio e lotta per le investiture.
  6. L’anno Mille e la rinascita delle città; la formazione dei Comuni e la rinascita del diritto; l’opera di Irnerio.
  7. I Glossatori e la riscoperta del diritto romano; nascita e ruolo delle università; la formazione del ius commune.
  8. Il diritto canonico e l’utrumque ius.
  9. La Scuola dei Commentatori ed il mos italicus: Cino da Pistoia, Bartolo da Sassoferrato, Baldo degli Ubaldi; la comunis opinio.
  10. Il diritto in Inghilterra e la formazione della common law e dell’equity. Il diritto comune in Europa e il modernus usus pandectarum.
  11. La “Scuola Culta”; l’Umanesimo giuridico e il mos gallicus.
  12. Il Rinascimento e il diritto; lo sviluppo del diritto pubblico e del diritto internazionale: Fortescue (in Inghilterra), Grozio (in Olanda), Bodin (in Francia).
  13. L’età del barocco e dell’assolutismo. Th. Hobbes e il “mito” dell’assolutismo; J. Locke e il liberalismo; il razionalismo giuridico in Francia e in Germania.
  14. L’assolutismo europeo e italiano; le Rivoluzioni inglesi e il parlamentarismo. Fermenti di codificazione e consolidamento delle norme giuridiche.
  15. L’illuminismo in Europa e l’illuminismo giuridico (Montesquieu, Rousseau, Voltaire). Il Giurisdizionalismo.
  16. L’illuminismo nelle Americhe: la Rivoluzione Americana e la nascita del Federalismo. La Rivoluzione Francese e la fine dell’Ancien Regime.
  17. L’età napoleonica e le codificazioni moderne.
  18. La Scuola dell’esegesi, la scuola storica di Savigy e Putcha, la scuola della Pandettistica.
  19. La Restaurazione e i moti del 1848: fermenti del costituzionalismo moderno.
  20. Le codificazioni dell’Italia Unita dal XIX sec. fino alla prima metà del XX secolo.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Calasso F., Medioevo del diritto, Giuffrè Ed., Milano (ultima ristampa)
  • Ascheri M., Introduzione storica al diritto medievale, Ed. Giappichelli, Torno 2007, ISBN 978-88-348-7723-4

Ulteriore bibliografia (a scelta e per opportuni approfondimenti):

  • Ascheri M., Introduzione storica al diritto moderno e contemporaneo, Ed. Giappichelli, Torino 2008, ISBN 978-88-3488254-2
  • John Haldon, L'Impero che non voleva morire. Il paradosso di Bisanzio (640-740 d.C.), Ed. Einaudi, Torino 2019, ISBN
    978.88.06.23500.0

Alcune sommarie indicazioni bibliografiche utili per l´eventuale redazione delle tesi:

  • Caravale M., Ordinamenti Giuridici dell’Europa Medievale, Il Mulino Ed., Bologna 1994.
  • Cortese E., Le grandi linee della Storia Giuridica Medievale, Il Cigno Ed., Roma 2010 (10^ ristampa).
  • Pennington K., The Prince and the Law, 1200-1600: Sovereignty and Rights in the Western Legal Tradition (Berkeley-Los Angeles-London: University of California Press, 1993).
  • Petronio U., La lotta per la codificazione, Giappichelli Ed., Torino 2002.
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in domande aperte di tipo tematico/concettuale.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in colloquio con alcune domande a cui il candidato deve rispondere.

Didattica erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.
Didattica interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Ricevimento studenti

Previo appuntamento (d.ceccarellimorolli@unimarconi.it)