Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Linguistica italiana
Docente
Prof. Aprea Fabio
SSD
L-FIL-LET/12
Crediti
6
Descrizione

Il Corso di Linguistica italiana intende fornire una prima introduzione alla disciplina rappresentando il tipo linguistico italiano e la sua formazione; le diverse possibilità comunicative disegnate dagli usi della lingua italiana nella società contemporanea lungo le dimensioni rappresentate dalle coordinate geografiche, dalle differenze socioculturali degli utenti, dalla gamma di situazioni in cui la lingua è impiegata e dai mezzi attraverso i quali sono inviati i messaggi.
Nella seconda parte si analizzeranno più da vicino alcune varietà dell’italiano (l’italiano della pubblicità, dei giornali, della politica).

Obiettivi didattici

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • conoscere il tipo linguistico italiano e la sua formazione;
  • evidenziare le diverse possibilità comunicative definite dagli usi della lingua italiana nella società contemporanea;
  • illustrare alcune varietà di italiano.
Prerequisiti

Prima di iniziare lo studio della disciplina, si consiglia agli studenti di sostenere l´esame di Linguistica generale.

Programma del corso
  • Introduzione alla disciplina. Caratteristiche del corso. Gli italiani contemporanei. Il tipo linguistico italiano. Caratteri e formazione dell’italiano. Varietà dell’italiano. Italiano standard e neostandard.
  • Geografia e storia dell’italiano: i dialetti e le minoranze linguistiche. Cenni di grammatica storica dell’italiano; storia della lingua italiana; i luoghi della codificazione.
  • Il lessico, la sintassi.
  • Italiano parlato; italiano regionale; italiano popolare; il parlato giovanile; altre varietà.
  • L’italiano scritto: caratteristiche e requisiti testuali; le varie tipologie di scritto. I linguaggi settoriali. La lingua della burocrazia.
  • Il parlato trasmesso (telefono, televisione, chat, posta elettronica e sms).
  • Le scritture argomentative: pubblicità, giornali, politica. Tra scritto, parlato e trasmesso: l’italiano della pubblicità.
  • La lingua dei giornali.
  • La lingua della politica.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • D’Achille Paolo, L’italiano contemporaneo, Il Mulino, Bologna, 2003
  • Serianni Luca, Italiani scritti, Il Mulino, Bologna, 2003
  • Marazzini Claudio, Breve storia della lingua italiana, Il Mulino, Bologna, 2004 (solo l’Introduzione, pp. 13-37; e il cap. X, pp. 221-231)
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L´esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in quattro domande aperte sull'intero programma del corso.
La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in un colloquio di verifica delle nozioni e delle competenze acquisite.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (f.aprea@unimarconi.it)