Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Linguistica generale
Docente
Prof. Alfieri Luca
SSD
L-LIN/01
Crediti
6
Descrizione

Il corso si propone di fornire una panoramica generale della linguistica generale, dei suoi metodi e dei suoi strumenti tecnici. Dopo un’introduzione dedicata ad alcuni concetti basilari della disciplina (la differenza tra la lingua e il linguaggio, i concetti di linearità, arbitrarietà, discretezza, doppia articolazione, etc.) si cercherà di offrire un’introduzione alla fonetica articolatoria, alla trascrizione fonetica (soprattutto dell’italiano) e alla fonologia, alla morfologia, e alla sintassi. Alcuni cenni di tipologia linguistica, di semantica e un’introduzione al mutamento linguistico concluderanno il corso.

Obiettivi didattici

La fruizione del corso ha lo scopo di mettere lo studente in grado di eseguire l’analisi di un semplice enunciato su tutti i livelli (fonetica, fonologia, morfologia, sintassi, semantica e tipologia), di capire in che modo sono fatte le lingue, in che modo funzionano e, almeno in parte, in che modo si modificano nel tempo.

Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti specifici. La conoscenza di qualche lingua diversa dall'italiano (incluse le lingue classiche) e una buona preparazione culturale rappresentano, però, un elemento di aiuto.

Programma del corso

Il corso è formato da 18 lezioni divise in 5 moduli.

  • Il modulo 1 (lez. 1-4) tratta l’inquadramento semiotico delle lingue, le proprietà generale delle lingue, dei segni linguistici e del linguaggio, e alcune basilari nozioni saussuriane.
  • Il modulo 2 (lez. 5-10) tratta l’anatomia dell’apparato di fonazione, la classificazione delle vocali e delle consonanti, la trascrizione fonetica e la fonologia (i concetti di fono, fonema e allofono).
  • Il modulo 3 (lez. 11-13) tratta la morfologia, i concetti di morfema e allomorfo e i principi dell’analisi morfemica.
  • Il modulo 4 (lez. 14-16) tratta la sintassi, i concetto di sintagma, i principi dell’analisi in costituenti immediati e gli alberi sintattici.
  • Il modulo 5 (lez. 17-18) tratta le lingue del mondo, con qualche accenno dedicato alla classificazione tipologica, la semantica e il mutamento linguistico.

Note:

È indispensabile essere in grado di eseguire la trascrizione fonetica e fonologica dell’italiano standard per superare l’esame.
La storia della linguistica e il mutamento linguistico non sono stati trattati nelle lezioni, ma rientrano comunque nel programma d’esame.

Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Manuale di linguistica generale: G. Berruto, M. Cerruti, La linguistica. Un corso introduttivo. Torino: Utet 2015 [il volume può essere eventualmente sostituito con G. Graffi & S. Scalise, Le lingue e il linguaggio. Introduzione alla linguistica. Bologna: Il Mulino, 2013].
  • Albano Leoni F., Maturi P., Manuale di fonetica, Roma: Carocci (solo i cap. 1 e 2, pp. 1-83).

Testi di approfondimento

  • S. Luraghi, A. M. Thornton, Linguistica generale: esercitazioni e autoverifica, Roma: Carocci.
  • Lazzeroni R., Il mutamento linguistico, in Lazzeroni R. (ed.), Linguistica storica, Roma: Carocci, pp. 13-54.

Gli esercizi contenuti nel volume di Luraghi e Thornton (come quelli caricati sulla piattaforma on line) servono per lo studio individuale e l’autovalutazione. Non sono obbligatori, ma sono consigliati per migliorare la propria capacità di applicare le nozioni apprese nel corso a dei semplici casi di analisi linguistica.

Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.
La prova scritta consiste in una serie di domande con risposte a scelta multipla e a risposta aperta breve. Nelle domande a risposta aperta viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte esponendo in dettaglio gli argomenti richiesti. E' indispensabile rispondere in modo puntuale alla domanda posta circoscrivendo gli argomenti richiesti.
La prova scritta ha una durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste in una discussione relativa agli argomenti trattati nel programma. Durante la discussione potrà essere richiesto di applicare le nozioni apprese alla risoluzione di alcuni semplici esercizi di analisi linguistica, come quelli presentati in piattaforma.
La prova orale ha una durata media di 30 minuti.


Ricevimento studenti

Previo appuntamento (l.alfieri@unimarconi.it)