Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Letterature comparate
Docente
Prof. Ricciardi Alberto
SSD
L-FIL-LET/14
Crediti
6
Descrizione

Che cosa è la letteratura comparata, qual è la sua materia, come cambia e come sta cambiando rispetto ai suoi nuovi orizzonti di ricerca. Sono questi i tre nodi principali della parte istituzionale di un corso che intende fornire agli studenti un approccio generale allo studio della letteratura comparata partendo dalla sua definizione come disciplina scientifica fino a tratteggiarne gli approcci metodologici e le sue nuove prospettive critiche ed epistemologiche.
La parte monografica consisterà nell'affrontare un argomento, Il mito dell’altro, ovvero l’amore come passione nella letteratura occidentale, quale esempio di uno dei modi possibili di fare letteratura comparata affrontando un viaggio (molto disorganizzato) negli spazi e nei tempi della tradizione occidentale. Da Platone ai nostri giorni.

Obiettivi didattici

Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

  • conoscere origini e sviluppo della disciplina scientifica comparatista in ambito europeo;
  • illustrare il concetto di sovranazionalità ed i diversi approcci comparatistici della Scuola francese e americana;
  • definire le diverse tipologie letterarie, applicando le tassonomie di Claudio Guillèn e il suo studio su generi, forme, temi e configurazioni storiche, e comprendere l’importanza del concetto di intertestualità;
  • descrivere forme e contenuti della letteratura post-coloniale e della letteratura di viaggio;
  • esaminare alcuni ambiti di studio delle letterature comparate, quali i Gender Studies, legati alla critica femminista ed i Translation Studies;
  • studiare le modalità di trattamento del tema dell’amore nella letteratura occidentale da fine Ottocento in poi, esaminando nello specifico il mito di Tristano ed Isotta, e le opere di Denis De Rougemont e Roland Barthes.
Prerequisiti

Al fine di comprendere e saper applicare la maggior parte delle tecniche descritte nell'insegnamento, è necessario aver sostenuto con successo gli esami di: Letteratura Italiana.
Gli argomenti trattati nell'esame richiedono di avere la capacità di: descrivere metodi ed approcci critico-letterari degli studi comparatisti a livello nazionale ed internazionale; memorizzare concetti teorico-letterari specifici; individuare i principali ambiti di studio ed interesse delle letterature comparate.
Tali conoscenze rappresentano un prerequisito indispensabile per lo studente che voglia superare il corso con profitto.

Programma del corso
  • Introduzione alla letteratura comparata
  • Analisi della questione della sovranazionalità in campo letterario
  • Analisi dei tre modelli di Guillem in materia di letteratura comparata sovranazionale
  • Antichità e comparazione
  • Approcci comparatistici
  • Le tassonomie di Guillén: i generi, le forme
  • I generi, le forme e i temi letterari
  • Rapporti letterari e configurazioni storiche
  • La letteratura delle isole britanniche e la letteratura post-coloniale
  • Gli studi sulla traduzione di genere
  • La letteratura di viaggio, la letteratura e le altre arti
  • La letteratura delle isole britanniche
  • Studi post-coloniali e decolonizzazione
  • Letteratura e alterità
  • L'iper romanzo
  • Translation Studies
  • Femminismo e Gender Studies
  • Il tema dell’amore inteso come passione nella letteratura occidentale
  • Lettura dell’opera Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • Susan Bassnett, Introduzione critica alla letteratura comparata, Roma, Lithos, 1996
  • Letteratura Comparata, a cura di Armando Gnisci, Milano, Bruno Mondatori, 2002 (solo il IX capitolo, “Multiculturalismo, studi postcoloniali e decolonizzazione”)

Corso Monografico

  • Denis de Rougemont, L’amore e l’Occidente, Milano, Rizzoli, 1977

Seminario

  • Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso, Torino, 2001
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L´esame si svolge in forma scritta o orale.
La prova scritta consiste nel compilare ed argomentare alcune domande a risposta aperta su tutti i contenuti del corso.
La prova scritta ha la durata massima di 90 minuti.
La prova orale consiste nel rispondere ad alcune domande su tutti i contenuti del corso.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (a.ricciardi@unimarconi.it)