Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Didattica speciale
Docente
Prof.ssa Errico Gemma
Settore Scientifico Disciplinare
M-PED/03
CFU
12
Descrizione dell'insegnamento

Il corso, assumendo la didattica inclusiva quale strumento principe per la gestione dei bisogni educativi e per la coltivazione del successo in classe, affronta la questione della “specialità” di coloro i quali presentano Bisogni Educativi Speciali.
Il corso è articolato in una parte storico-epistemologica, in cui si segue l'evoluzione della didattica speciale, risalendo alle origini e ai fondamenti della disciplina, e in una parte teorico-metodologica, in cui vengono presentati i principi dell'approccio inclusivo e gli strumenti specifici della didattica inclusiva, volti a favorire negli alunni l'acquisizione di competenze trasversali e la costruzione di una solida autostima. Il testo d'esame e le letture suggerite, finalizzate all'approfondimento della disciplina, quindi all'orientamento di percorsi personali di ricerca, dirigono e arricchiscono la riflessione teorico-pratica proposta.

Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di:

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
  • conoscere la cornice storico-epistemologica della didattica speciale e dei concetti avanzati della stessa;
  • acquisire gli elementi teorici che si pongono come base per orientarsi nell'ampia categoria dei BES e nella vasta gamma di approcci metodologici e didattici inclusivi;
  • comprendere i concetti avanzati della didattica speciale e i fondamenti epistemologici della stessa;
  • conoscere gli aspetti, le peculiarità e i principi della didattica inclusiva;
  • comprendere i significati di inserimento, integrazione e inclusione;
  • conoscere gli aspetti diagnostici e metodologico-didattici dei DSA;
  • utilizzare strumenti analitici e concettuali forniti per valutare soluzioni metodologico-didattiche per l'inclusione scolastica.
Competenze trasversali
AUTONOMIA DI GIUDIZIO
  • sviluppare la capacità di scorgere nuove risorse educative secondo l'approccio inclusivo.
ABILITÀ COMUNICATIVE
  • acquisire competenze terminologiche, ovvero acquisire padronanza del linguaggio tecnico proprio della disciplina.
CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
  • apprendere i nuclei fondanti della disciplina.
Prerequisiti
Prima di iniziare lo studio della disciplina si consiglia agli studenti di sostenere gli esami di: Pedagogia speciale e Didattica.
Contenuti dell'insegnamento
Modulo I: Introduzione alla didattica inclusiva
  • Fondamenti teorico-epistemologici della didattica e della pedagogia speciale
  • Normalità e diversità
  • Finalità della didattica speciale e classificazione dell'OMS
  • ICF: modello olistico
  • La prospettiva della personalizzazione quale principio di riferimento per tutta l'azione didattica
  • Approcci pedagogici inclusivi
  • Didattica per competenze
Modulo II: Risposte ai bisogni educativi speciali
  • La cura quale principio orientativo dell'agire educativo
  • Dall'inserimento all'inclusione scolastica: evoluzione pedagogico-giuridica nazionale e internazionale
  • Diagnosi funzionale, Profilo dinamico funzionale
  • PEI, PDP e PAI
  • I Bisogni Educativi Speciali
  • Difficoltà e disturbi dell'apprendimento, del linguaggio, della relazione
  • La rieducazione dei soggetti con DSA
  • Strumenti compensativi e misure dispensative
Modulo III: Strategie per una scuola inclusiva
  • Scuola inclusiva: quali competenze degli insegnanti?
  • Progettare l'inclusione: organizzare il gruppo-classe
  • Programmazione didattica e valutazione
  • Cooperative learning: organizzare un'attività didattica in modalità cooperativa
  • Tecnologie informatiche e disabilità
  • Motivazione intrinseca e apprendimento
  • L'agire didattico per la promozione e il rafforzamento della resilienza
  • Musicoterapia
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf. Nelle videolezioni vengono esposti i contenuti dell'insegnamento, anche con l'aiuto di elementi multimediali quali ad esempio filmati esplicativi di pratiche educative, finalizzati alla piena comprensione degli stessi da parte degli studenti.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d’esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell’art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Non sono previste prove intermedie che contribuiscono alla formulazione del giudizio finale.
  • 30 e lode: prova eccellente, conoscenze articolate e approfondite, piena padronanza del linguaggio tecnico, ottima capacità espositiva;
  • 30: prova ottima, conoscenze complete ed espresse correttamente, con alcuni spunti critici;
  • 27-29: prova buona, conoscenze esaurienti, espressione sostanzialmente corretta;
  • 24-26: prova discreta, conoscenze sostanziali, ma non esaurienti e non sempre ben articolate;
  • 21-23: prova sufficiente, conoscenza sommaria dei contenuti del programma, il filo conduttore generale risulta compreso; espressione e articolazione spesso non appropriate;
  • 18-21: prova appena sufficiente, scarsa conoscenza dei contenuti del programma, assenza di una visione organica dei temi affrontati; espressione e articolazione lacunose;
  • <18 (esame non superato): prova insufficiente, conoscenze assenti, espressione carente e inadeguata.
L’esame si svolge in forma scritta o orale.

La prova scritta consiste in quattro domande aperte. È richiesto allo studente di rispondere alle domande aperte, riguardanti gli argomenti specifici del corso, in maniera dettagliata e puntuale.
La prova ha una durata massima di 90 minuti.

La prova orale consiste in un colloquio diretto ad accertare la comprensione dei temi trattati e il possesso di una visione organica degli stessi, nonché a valutare la capacità espositiva, quindi l'uso corretto di termini tecnici, e la capacità di analisi critica.
La prova orale ha una durata media di 20/30 minuti.
Libri di testo
Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio del seguente testo:
  • Caterina Scapin, Franca Da Re, Didattica per competenze e inclusione: dalle indicazioni nazionali all'applicazione in classe, Trento, Erickson, 2014
Testi di approfondimento
  • Domenico Milito, Francesca Salis, Processi e strumenti per una didattica inclusiva, Roma, Anicia, 2017
  • Heidrun Demo, Didattica delle differenze: proposte metodologiche per una classe inclusiva, Trento, Erickson, 2015
  • Dario Ianes, L'evoluzione dell'insegnante di sostegno: verso una didattica inclusiva, Trento, Erickson, 2014
Ricevimento studenti
Previo appuntamento (g.errico@unimarconi.it)