Università degli Studi Guglielmo Marconi

Disciplina
Pedagogia sociale
Docente
Prof.ssa Del Vecchio Onorina
SSD
M-PED/01
Crediti
06
Descrizione

Il corso si propone di riflettere sui percorsi della pedagogia sociale in relazione con le altre scienze del comportamento umano, sullo sfondo della complessità sociale contemporanea; partendo dai rapporti tra infanzia e società secondo un paradigma montessoriano e approfondendo la tematica dell’educare in relazione con il lavoro si cercherà in seguito di vagliare le ricadute delle sfide della globalizzazione sull'educazione; fino a ragionare sul ruolo dei rituali di ieri e oggi e sui fondamenti della relazione educativa messi in discussione dalla crisi dell’autorità.

Obiettivi didattici

Il corso intende raggiungere i seguenti obiettivi in riferimento ai “descrittori di Dublino”:

  • Conoscere il linguaggio di base della pedagogia e dell’educazione, nonché i concetti principali della pedagogia sociale e relazionale;
  • Analizzare e rielaborare con senso critico i concetti di studio, collegando opportunamente autori, temi e correnti;
  • Collegare l’impianto teorico a quello empirico educativo attraverso l’analisi e la comprensione dei concetti specifici disciplinari;
  • Comunicare in forma scritta e/o orale le proprie riflessioni su temi di carattere pedagogico.
Prerequisiti

Non sono previsti requisiti specifici.

Programma del corso
  • La pedagogia sociale e i suoi rapporti con la pedagogia generale e con le scienze del comportamento umano (Sociologia, Antropologia, Psicologia, Etologia, ecc.)
  • La comunicazione e i suoi problemi
  • Il rapporto Io-Tu
  • La relazione educativa
  • Educazione e valori, i valori dell’educazione
  • I valori nella società contemporanea
  • Il rapporto io-altro tra servitù, padronanza e dialettica del riconoscimento
  • Rituali, cerimonie e buone maniere nel rapporto con l’altro
  • Il ruolo delle istituzioni e delle organizzazioni nello strutturare la relazione interpersonale
  • I processi di categorizzazione e l’intelligenza interpersonale
  • La fragilità dei rapporti interpersonali nella società tardo-moderna
  • Educazione e consumo
  • Educare con il lavoro, essere in azione, trasformare la vita in energia
  • Educare con il lavoro in occidente
  • Il lavoro e la tecnica, quando fare e sapere
  • Educare con il lavoro, la dimensione tacita della conoscenza e la rivincita dell´apprendistato
  • Maria Montessori: vita e opere
  • Piani dello sviluppo e piani dell'educazione
  • La mente del bambino e i periodi sensitivi
  • La disciplina della libertà
  • L'educazione cosmica
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

Un testo a scelta tra:

  • Regni R., Viaggio verso l’altro. Comunicazione, relazione, educazione, Armando, Roma, 2003
  • Regni R., Educare con il lavoro. La vita activa oltre il produttivismo e il consumismo, Armando, Roma 2006
  • Regni R., Infanzia e società in Maria Montessori. Il bambino padre dell'uomo, Armando, Roma, 2007

Un testo a scelta tra:

  • Bauman Z., Globalizzazione e glocalizzazione, Armando, Roma, 2005 (alcuni capitoli)
  • Bauman Z., Modernità liquida, Laterza, Roma-Bari, 2006
  • Watzlawick P., Beavin J.H., Jackson D.D., La pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio, Roma, 1971
  • Ducci E., Essere e comunicare, Anicia, Roma, 2002
  • Reboul O., I valori dell´educazione, Ancora Edizioni, Milano, 1995
  • Durkheim E., L'educazione morale, UTET, Torino, 1998
  • Sennett R., L'uomo artigiano, trad. it., Feltrinelli, Milano 2008
  • Bourdieu P., Il senso pratico, trad. it., Armando 2005 (primi quattro capitoli)
  • Regni R., Geopedagogia. L'educazione tra globalizzazione, tecnologia e consumo, Armando, Roma, 2000
  • Benasayag M., Schmit G., L'epoca delle passioni tristi, Milano, Feltrinelli, 2007
  • M. Montessori, La scoperta del bambino, Garzanti, Milano
  • M. Montessori, Il segreto dell'infanzia, Garzanti, Milano
  • M. Montessori, Dall'infanzia all'adolescenza, Franco Angeli, 2010
Criteri di valutazione
Tutte le prove di verifica e autoverifica intermedie previste dai Corsi ed erogate in modalità distance learning sono da considerarsi altamente consigliate e utili ai fini della preparazione e dello studio individuali. Le prove di verifica e autoverifica intermedie non sono obbligatorie ai fini del sostenimento della prova d´esame, la quale deve essere svolta in presenza dello studente davanti ad apposita Commissione ai sensi dell´art. 11 c.7 lett.e) del DM 270/2004.
Modalità della prova finale

L’esame finale prevede una forma scritta e/o orale.

La prova scritta, della durata massima di 90 minuti, si compone di tre domande aperte attinenti agli argomenti del corso: i concetti della pedagogia sociale in relazione alle altre scienze del comportamento, collegamenti tra concetti, autori, teorie e correnti. Nonché il confronto tra la dimensione teorica e quella empirica contemporanea secondo una prospettiva educativa lifelong. Viene richiesto allo studente di motivare in modo adeguato le risposte esponendo in dettaglio gli argomenti. È indispensabile rispondere alla domande poste circoscrivendo i temi nel modo più puntuale possibile.

La prova orale, della durata media di 20/30 minuti, prevede invece, una discussione su più argomenti del corso col fine di verificarne il grado di comprensione. Partendo da un livello sufficiente che prevede la conoscenza dei concetti fondamentali esposti con adeguata proprietà terminologica specifica, si passa oltre la sufficienza se si dimostra la padronanza di riferimenti, confronti e collegamenti tra teorie, autori e correnti; e esprimendo capacità di confronto critico tra la teoria e la prassi educativa contemporanea.

Ricevimento studenti

Previo appuntamento (o.delvecchio@unimarconi.it)