Università degli Studi Guglielmo Marconi

Insegnamento
Diritto penale del lavoro
Docente
Prof. Imperato Luigi
Settore Scientifico Disciplinare
IUS/17
CFU
6
Descrizione dell'insegnamento
Il corso ha per oggetto lo studio della tutela penale prevista dal nostro ordinamento per garantire la sicurezza, la libertà e la dignità del lavoratore. In particolare, dopo una breve panoramica sulle fonti normative e sulla responsabilità civile, viene analizzato l’apparato sanzionatorio posto a presidio della sicurezza nei luoghi di lavoro, contenuto nel testo unico, di cui al D.lgs. n. 81/2008, nonché nel codice penale. Il corso, inoltre, si sofferma sull’analisi delle fattispecie criminose più rilevanti previste in tema di previdenza ed assistenza ed in tema di repressione delle condotte lesive della dignità e della libertà del prestatore di lavoro. Oltre lo studio delle norme, viene dato ampio spazio all’analisi delle sentenze più significative pronunciate in materia dai Giudici di legittimità, nonché delle diverse posizioni dottrinali.
Obiettivi formativi (espressi come risultati di apprendimento attesi)
Al termine di questo corso, lo studente sarà in grado di :
  • Conoscere i principi e gli istituti del diritto penale del lavoro;
  • Conoscere la disciplina dei reati in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Conoscere la disciplina dei reati in materia di previdenza ed assistenza;
  • Conoscere la disciplina dei reati in materia di rapporto di lavoro;
  • Conoscere gli istituti che determinano l’estinzione dei reati.
Prerequisiti
Non sono previsti requisiti
Contenuti dell'insegnamento
  1. Sicurezza sul lavoro e responsabilità penali: Le fonti normative. Cenni sulla responsabilità civile. Art. 2087 c.c.. La responsabilità penale: Nozione ed elementi di diritto penale. La tutela penalistica generale: i delitti di cui agli artt. 437 e 451 c..p.. La tutela penalistica specifica: le ipotesi contravvenzionali. Il datore di lavoro, il dirigente, il preposto, il lavoratore, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, il medico competente ed il rappresentante di lavori. La responsabilità nel caso di appalto e contratti d’opera. La responsabilità penale nel sistema cantiere: Il coordinatore per la progettazione, il coordinatore per l’esecuzione, il direttore dei lavori. L’apparato sanzionatorio previsto nel testo unico della scurezza e l’istituto della prescrizione. La sentenza delle Sezioni Unite sul caso Thissenkrupp.
  2. Il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro (art. 603 bis c.p.).
  3. I reati previsti in materia di previdenza ed assistenza: Principi generali. Il delitto di frode fiscale. Il ravvedimento del reo.
  4. I reati in materia di rapporto di lavoro: La repressione della condotta antisindacale. Il divieto di indagini sulle opinioni e trattamenti discriminatori. Il reato di impiego di lavoratori stranieri privi del permesso di soggiorno.
Attività didattiche
Didattica Erogativa
L'insegnamento prevede, per ciascun CFU, 5 ore di Didattica Erogativa, costituite da 2,5 videolezioni (tenendo conto delle necessità di riascolto da parte dello studente). Ciascuna videolezione esplicita i propri obiettivi e argomenti, ed è corredata da materiale testuale in pdf.

Didattica Interattiva
L'insegnamento segue quanto previsto dalle Linee Guida di Ateneo sulla Didattica Interattiva e l'interazione didattica, e propone, per ciascun CFU, 1 ora di Didattica Interattiva dedicata alle seguenti attività: lettura area FAQ, partecipazione ad e-tivity strutturata costituita da attività finalizzate alla restituzione di un feedback formativo e interazioni sincrone dedicate a tale restituzione.
Modalità di verifica dell'apprendimento
L’esame si svolge in forma scritta e/o orale.

La prova scritta si basa su domande aperte e le relative risposte dovranno essere strutturate in modo tale da dimostrare che il candidato abbia raggiunto la piena conoscenza degli istituti e delle connesse questioni giuridiche.
La prova scritta ha una durata massima di 90 minuiti.

La prova orale, invece,  consiste in un colloquio con la proposizione di alcune domande alle quali il  candidato, nel formulare le proprie risposte,  dovrà dare contezza non solo dell’acquisizione della padronanza dei temi giuridici trattati, ma anche della capacità espositiva, in particolare mediante l’utilizzo di un adeguato linguaggio tecnico-giuridico.
Libri di testo

Oltre alle lezioni realizzate dal Docente ed ai materiali didattici pubblicati in piattaforma, è obbligatorio lo studio dei seguenti testi:

  • A. MORRONE, Diritto penale del lavoro, Giuffrè editore, Milano 2019.
Ricevimento studenti
Il professore riceve previo appuntamento: l.imperato@unimarconi.it