Master in Violenza Interpersonale

Strategie efficaci e modelli psicosociali integrati per il contrasto al fenomeno delle molestie assillanti e degli atti persecutori

In convenzione con

 

Scarica il programma in formato PDF

Presentazione

Il Master intende sviluppare le competenze necessarie per rilevare, ridurre e gestire il fenomeno dei conflitti e dei comportamenti aggressivi in soggetti vittime di vessazioni e atti persecutori secondo un modello psicosociale integrato. In particolare, il Master fornirà un bagaglio di competenze interdisciplinari utili alla formazione professionale degli operatori impegnati nel trattamento di manifestazioni comportamentali che comprendono diversi profili psicologici e psicopatologici. Inoltre, il Corso si propone di favorire la realizzazione di obiettivi partecipati e controllati su procedure di gestione dello stress, dell’emotività e su competenze relazionali e comunicative per il ben-essere e l’equilibrio psico-fisico della persona. A tal fine saranno incrementate le conoscenze giuridiche per poter fruire al meglio degli strumenti legislativi di contrasto alla violenza e alle vessazioni.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali

Il presente Corso è rivolto agli operatori delle professioni che a vario titolo sono coinvolti in processi di cura, assistenza e soccorso: psicologi, psichiatri, medici di base, avvocati, operatori in ambito sociale, addetti a sportelli e centri d’ascolto, rappresentanti sindacali, forze dell’ordine, giornalisti, consiglieri delle pari opportunità, responsabili di risorse umane e performance.

Requisiti di ammissione

Per essere ammesso al Master è necessario il possesso di una laurea di durata almeno triennale ovvero di altro titolo conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.
NON SONO AMMESSI UDITORI.

Numero di partecipanti

MINIMO: 30 - MASSIMO: 50

Qualora le domande di iscrizione al Master dovessero superare il numero massimo, si procederà ad una selezione dei candidati basata sull’analisi dei curricula universitari e professionali dei candidati ed un colloquio, da svolgersi in presenza del candidato davanti al Comitato ordinatore.

Direttore del corso

Prof. Iavarone Luigi
(UNIMARCONI, CNR - ROMA)

Comitato ordinatore

Prof. Tonino Cantelmi
(UNIVERSITÀ GREGORIANA DI ROMA).
Prof. Fabio Massimo Gallo
(PRESIDENTE VICARIO CORTE DI APPELLO DI ROMA - PRESIDENTE SEZIONE LAVORO CORTE DI APPELLO DI ROMA ).
Prof. Iavarone Luigi
(UNIMARCONI, CNR - ROMA)

Struttura didattica

60 CFU - 1500 ORE COSI’ DISTRIBUITE:
360 ORE di attività didattica frontale (pari a 45 cfu) .
765 ORE di studio individuale.
75 ORE per stage/tirocini/visite guidate presso laboratori.
300 ORE stesura del  project work ed esame finale
Modalità di erogazione: Frontale presso la Sede di Roma dell’Università degli Studi Guglielmo Marconi
Durata: ANNUALE - 60 CFU - 1500 ore
Pre-iscrizioni: dal 10/10/2016 al 10/11/2016 prorogate al 30/11/2016
Inizio attività didattiche: DICEMBRE 2016
Tasse di iscrizione: € 3.000,00
Prima rata da pagare al momento dell’iscrizione: € 1500,00

Attività formativa

MODULI E CONTENUTI SSD CFU
Modulo 1 - COMUNICAZIONE E SOCIOTERAPIA
CONTENUTI
Concetti base di percezione e comunicazione. I principi della comunicazione interpersonale. Le tipologie di comunicazione: non verbale, paraverbale e verbale. Domande e ascolto attivo. Comunicazione interpersonale e analisi transazionale. Comunicazione efficace e intelligenza emotiva. “Comfort zone” e schemi comportamentali. Autoterapia e socioterapia. Il coaching a supporto dello sviluppo individuale. I media e la media education . La memetica. I concetti base della socioterapia: complessità, normalità e rappresentazione.
SPS/08 6
Modulo 2 - BENESSERE ORGANIZZATIVO E CONDOTTE VESSATORIE
CONTENUTI
Il benessere e la resilienza organizzativa. Benessere organizzativo e condotte vessatorie. La diossologia: scienza dei comportamenti persecutori. Il questionario come strumento di ricerca descrittiva. Valutazione, prevenzione e gestione dello stress e technostress. BBS - Behaviour Based Safety: i comportamenti di sicurezza. Politiche per il trattamento dei comportamenti abusivi. “Safeguarding Policy” nei Paesi anglofoni.
SPS/12 6
Modulo 3 – ATTI VESSATORI E ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO
CONTENUTI
Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I comportamenti vessatori: mobbing e figure affini. Il Mobbing e le azioni a tutela del lavoratore. Il concetto di danno ed evoluzione del danno non patrimoniale. Assicurazione, infortuni e malattie professionali. il risarcimento del danno da Mobbing e demansionamento.
IUS/01 4
Modulo 4 – IL REATO DI ATTI PERSECUTORI
CONTENUTI
Il Reato di atti persecutori: elementi tipici del delitto. I maltrattamenti in famiglia. Le differenze tra maltrattamenti e atti persecutori. Le investigazioni tipo nel delitto di stalking e di maltrattamenti in famiglia. Le misure cautelari: i presidi di tutela nel corso del procedimento penale. La valutazione del danno della vittima di stalking in ambito civilistico.
IUS/17 5
Modulo 5 – PSICOLOGIA DELLO STALKING E BULLISMO
CONTENUTI
Aspetti introduttivi del cyberstalking. Profilo socio-psicologico della cyber-vittima e del cyber-stalker. Altri comportamenti devianti e persecutori internet correlati (Cyberbullismo e happy slapping, Grooming e pedopornografia). Cyberbullismo e le nuove tecnologie. Cyberbullismo in ottica di genere. La social network analysis. Crimini informatici e social network.
M-PSI/06 6
Modulo 6 – LO STALKING E IL BULLISMO NEL MONDO TECNOLIQUIDO
CONTENUTI
Aspetti introduttivi del cyberstalking. Profilo socio-psicologico della cybervittima e del cyberstalker. Cyberbullismo e Happy slapping.. Grooming e Pedopornografia. Cyberbullismo e le nuove tecnologie. Crimini informatici e social network.
SPS/12 4
Modulo 7 – CRIMINOLOGIA
CONTENUTI
Sociologia criminale: criminogenesi e criminodinamica dello stalking . Criminal Profiling. Psicologia e psicopatologia forense. Valutazione della salute psichica (test). La violenza domestica: il reo e la vittima e le dinamiche intra ed extrafamiliare. Bullismo e mobbing. Rieducazione emotiva, sospensione e decadenza delle funzioni genitoriali. Psicopatologia Forense. La perizia psichiatrica, criminologica e la psicodiagnosi. Dinamica rapportuale tra malattie mentali e comportamenti criminosi: concetto di imputabilità. Vittiminologia: effetti dei crimini sulle vittime e idonee metodologie prevenzionistiche.
MED/25 6
Modulo 8 – MEDICINA LEGALE
CONTENUTI
Il medico-legale e la scena del crimine nel sopralluogo giudiziario. Accertamento tecnico medico-legale. L’accoglienza della vittima di stalking. Accertamento della lesività medico-legale .La valutazione del danno della vittima di stalking in ambito penalistico e civilistico.
IUS/17 6
ALTRE ATTIVITA’ FORMATIVE:
A) SEMINARIO: PSICOTERAPIA
Introduzione ai vari approcci ed orientamenti della Psicoterapia. Basi diagnostiche e descrittive dei disturbi psicologici e psichiatrici nella vittima di stalking. Fasi dell’intervento psicoterapeutico.
B) CASE STUDIES ED ANALISI DEI CASI:
Presentazione ai discenti di alcuni casi relativi alle problematiche analizzate nel Master. Gli studenti saranno invitati ad individuare potenzialità, limiti e indicazioni per sperimentare in modo critico le competenze maturate durante il percorso.
  2
TIROCINIO/LABORATORI GUIDATI PRATICO-FORMATIVI PRESSO SPORTELLOLLO SPASMOS e altri Ent i (gli studenti lavoratori possono presentare richiesta di esonero per tali attività esclusivamente se la loro esperienza lavorativa è coerente con le finalità del master)   3
ESAME FINALE   12
TOTALE   60

Informazioni

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI
Segreteria Master
Telefono: 06 37725 342 – Fax 06 37725 343
Email: segreteriamaster@unimarconi.it

ASSOCIAZIONE ARTEMISIA
06 85856030
info@associazioneartemisia.it