Programma del Corso

DISCIPLINA

Scienza delle finanze

DOCENTE

Francesco Forte

CODICE DISCIPLINA: SECS-P/03

SSD: SCS03003

CREDITI: 12

OBIETTIVI E FINALITÀ DELL’INSEGNAMENTO

Il corso si prefigge di fornire sia un panorama teorico aggiornato che  una sintesi delle istituzioni della finanza pubblica , in una economia di mercato ad alto sviluppo , in regime di democrazia. Ciò   prendendo come riferimento il modello ideale in cui le imposte sono il prezzo dei servizi pubblici e questi corrispondono alla soddisfazione di bisogni che sono per loro natura pubblici , ossia che il mercato non è in grado di soddisfare per ragioni riguardanti la natura dell’offerta o la natura della domanda o entrambi , nel quadro  di un processo decisionale che giunge a soluzioni ottimali dal punto di vista dell’efficienza e delle diverse concezioni dell’equità che possono emergere nel sistema  democratico . A questo schema ideale , che dovrebbe essere quello a cui  tende il sistema in condizioni di equilibrio dinamico ottimale , si affianca l’analisi dei problemi di asimmetrie informative , condotte opportunistiche , imperfezioni istituzionali  nei processi di decisione riguardanti la classe politica nel parlamento e nel governo e la pubblica burocrazia . Ciò nel rapporto fra elettori e classe politica, e fra questa e la burocrazia e i gruppi di interesse, con riferimento sia alle scelte in senso lato costituzionali , che a quelle dei bilanci complessivi , e a quelle delle sperse e delle pubbliche entrate. Dopo questo quadro generale , alcuni capitali illustrano gli effetti economici dei tributi e delle spese pubbliche. Segue l’analisi dei principi generali della tassazione e delle istituzioni fondamentali  delle imposte  sui redditi delle persone fisiche e delle imprese , delle imposte generali  e delle accise sui consumi , delle imposte dirette e indirette sui patrimoni . La trattazione si conclude con una breve  sintesi della  teoria del debito pubblico e della politica fiscale  e  con quella del rapporto fra i vari livelli di governo.

PROGRAMMA DEL CORSO

  • Economia pubblica nell´approccio di "scelte pubbliche", premesse di storia del pensiero, economia pubblica, finanza pubblica e sistema economico
  • L´equilibrio ottimale dell´economia pubblica in democrazia
  • L’equilibrio ottimale dell’economia pubblica
  • Il benessere individuale economico ed extraeconomico, il funzionamento ottimale del sistema di economia di mercato
  • Il massimo benessere collettivo su base individuale
  • Quadro generale del rapporto fra bisogni e beni privati e pubblici, i beni pubblici derivati da insufficienze del mercato sul lato dell´offerta
  • I fallimenti del mercato sul latro della domanda e, insieme, nella domanda e nell´offerta
  • Equilibri e squilibri fra domanda e offerta di beni pubblici
  • Burocrazia e gruppi d´interesse
  • La costituzione fiscale e le regole del bilancio
  • Le regole costituzionali per le decisioni del parlamento
  • Le spese pubbliche, l´analisi delle spese per categorie economiche, analisi della spesa per classi funzionali
  • Analisi della spesa pubblica per classi funzionali
  • Le entrate pubbliche e le entrate tributarie
  • Effetti di reddito e formulazione dei tributi
  • L´ottima tassazione
  • La traslazione dei tributi
  • Imposte sul reddito delle persone fisiche e degli enti senza fine di lucro
  • Imposta sul reddito delle persone fisiche e imposta sulle società
  • La tassazione delle società
  • La tassazione dei consumi
  • Le imposte dirette e indirette
  • Le entrate corrispettive obbligatorie e i prezzi pubblici
  • Debito pubblico e politica fiscale
  • Finanza pubblica sovranazionale regionale e locale
  • Spiegazioni

LIBRI DI TESTO

Oltre alle lezioni realizzate dal docente ed ai materiali presenti in piattaforma è obbligatorio lo studio del seguente testo:

Francesco Forte, Scienza delle finanze, Giuffrè, Milano, ultima edizione

MODALITÀ DELL’ESAME FINALE

Prova scritta e/o orale

RICEVIMENTO STUDENTI

Previo appuntamento (f.forte@unimarconi.it)